I libri costano troppo, studiare diventa un lusso

Per le famiglie non facile sostenere le spese scolastiche

I libri costano troppo, studiare diventa un lusso
Caro Direttore,
dicono che andare a scuola è un diritto di tutti, ma com’è possibile far proseguire gli studi ai propri figli se già ora i costi dei libri di testo sono tutt’altro che abbordabili? Ogni anno  devo affrontare spese veramente importanti, senza tener conto dei costi della cancelleria e dell’abbigliamento “idoneo”, per far si che il proprio figlio sia uguale ai compagni.  I maestri infatti, forse non cansapevoli dell’onere economico che noi genitori dobbiamo affrontare, all’inizio di ogni anno scolastico presentano una lista all’interno della quale vi sono diverse voci che comprendono abbigliamento per la ginnastica, le cose per la mensa,   tutto il necessario per il disegno...e così via. Ma non hanno considerato il fatto che non tutti possono permettersi tutto questo “corredo scolastico”? Non sono forse genitori loro? Alcuni si, altri no, però tutti si immaginano cosa voglia dire mantenere un figlio. Se poi iniziano ad essere più di uno il problema è veramente insostenibile. Per le famiglie in difficoltà credo che arrivi un sussidio per far andare i bimbi a scuola ma il problema è che i libri costano troppo. Studiare è un diritto di tutti e quindi non bisognerebbe forse abbassare il costo dei testi per permettere ad ognuno di frequentare la scuola? Ed io sto parlando della scuola dell’obbligo, non dell’università che, per frequentare quella, forse è necessario un mutuo! (F.T.)

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
VeronaSera è in caricamento