Giovedì, 21 Ottobre 2021
Blog Borgo Trento / Via Monte Novegno

Le strutture difensive austriache a Verona: Forte Sofia

Chiamato comunemente Forte Santa Sofia, ma in realtà è dedicato Sofia di Baviera, la mamma di Francesco Giuseppe

Viene comunemente chiamato Forte Santa Sofia, ma in realtà non è dedicato a nessun santo. Gli austriaci l'hanno chiamato Forte Sofia (Werk Sofia) in onore di Sofia di Baviera, la mamma di Francesco Giuseppe.

Nasce nel 1838, all'interno dei lavori che portarono alla creazione delle prime opere fortificate lontane dalle mura cittadine di Verona. Opere che portarono alla creazione della Biondella, delle Torricelle e dei forti di San Leonardo (oggi Santuario di Nostra Signora di Lourdes) e San Mattia

Nell'aspetto e nella concezione della parte superiore assomiglia alle Torricelle, ma era molto più armato. Nel 1866 aveva 14 bocche di fuoco puntate verso la strada postale del Tirolo, monte San Dionigi, la valletta di Avesa e verso il colle delle Torricelle. Il forte poteva contenere anche 200 militari, ma era presidiato da circa 180 uomini

Il forte è costituito da una torre centrale circolare, fiancheggiata da opere a sua protezione. Il tutto delimitato da un fossato. L'elemento più attraente del forte è proprio la torre, alta tre piani ma perfettamente adattata al profilo della collina. I piani sono collegati da una vorticosa scala centrale a doppia rampa elicoidale. Il piano terra era difeso dai fucilieri, mentre le artiglierie e i cannoni erano piazzati sui piani superiori. In particolare nell'ultimo piano, a cielo aperto, erano presenti dei particolari apparecchi per sostenere le bocche dei cannoni che consentivano di sparare lungo tutto il perimetro della torre.

Finita la dominazione austriaca, Forte Sofia divenne una colombaia per l'allevamento e l'addestramento dei colombi viaggiatori del Genio Militare italiano. In seguito divenne un magazzino e per lungo tempo non fu visitabile. Contro il degrado dell'opera si è impegnata un'associazione che organizza delle visite guidate per la riscoperta di questa affascinante opera ottocentesca. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le strutture difensive austriache a Verona: Forte Sofia

VeronaSera è in caricamento