Storie e fiabe della Valpantena: il lupo, la volpe, la malga e il latte

In tutte le favolette, la volpe è l'animale simbolo della furbizia. Il lupo invece ha attributi diversi, a volte simboleggia la forza bruta, ma in questo caso è vittima dell'ingordigia

Spesso le favolette hanno come protagonisti gli animali che parlano e si comportano come gli uomini e ne simboleggiano alcune caratteristiche. La volpe è l'animale furbo per antonomasia mentre il lupo ha non di rado l'immagine negativa della forza bruta o, come in questo caso, dell'ingordigia.

Si racconta che un tempo i contadini della Valpantena avessero tante mucche e non avessero lo spazio per conservarne il latte. Così furono costruite delle malghe doppie, con un locale per il latte e l'altro per lavorarlo. Non sempre però questi due locali erano vicini e quindi i contadini dovevano camminare per passare da una parte della malga all'altra.

Una volta lungo il tragitto un contadino non si accorse che un lupo e una volpe avevano fiutato l'odore del latte. I due animali capirono che in una malga era conservato tutto il latte del malgaro e di notte cercarono un buco per poterci entrare. Lo trovarono in un angolo della malga, ma era troppo piccolo. Così per allargarlo si misero a scavare finché entrambi non riuscirono a passarci attraverso per intrufolarsi nella malga.

Una volta dentro si abbuffarono di latte e i loro stomaci si riempirono talmente tanto da allargarsi sempre di più. La volpe però era furba e ogni volta tornava al buco per controllare di essere ancora in grado di attraversarlo. Raggiunto il limite massimo, la volpe smise di bere il latte e andò via. Il lupo invece continuò a bere latte fino al mattino successivo.

Quando l'animale sentì che il contadino si stava avvicinando alla malga per prendere il latte, cercò di scappare dal buco, ma la sua pancia era diventata troppo grossa e il lupo rimase così incastrato. Quando il malgaro lo vide prese un bastone e lo colpì così tante volte da ucciderlo. 

Tirato fuori dal buco, il corpo del lupo rotolò in una valle e la sua pancia scoppiò facendo così colare lungo la valle tutto il latte che l'animale si era bevuto.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento