Alla riscoperta dell'Eremo di Bardolino sul Monte San Giorgio

L'eremo di Bardolino sorge sul Monte S. Giorgio fu fondato nel 1663

L'eremo di Bardolino sorge sul Monte S. Giorgio, il promontorio che domina il tratto di costa orientale del lago di Garda in territorio di Bardolino.

È collegato al centro abitato da una strada in parte ancora sterrata e - come solito nella gran parte degli eremi camaldolesi - nell'ultimo tratto in sensibile salita. Fu fondato nel 1663.

I lavori di costruzione continuarono per tutto il secolo XVII e furono completati con l’edificazione della chiesa nel 1704.

In seguito alla soppressione napoleonica del 1810 l’Eremo venne abbandonato e il complesso fu abitato da contadini fino al 1885, quando ritornò a risiedervi una comunità camaldolese.

Martedì scorso si è svolto qui l'evento "Alba in musica", promosso dall’assessorato alla cultura di Bardolino. Un concerto per pianoforte, strumento trasportato nello splendido oliveto vista Lago di Garda questa mattina alle 4,30, con protagonisti Chiara Rudari (docente di pianoforte con all’attivo esibizioni in Finlandia, Salisburgo  e New York), Sofia Rudari, Alessandro Benini. Per un’ora hanno ammaliato le oltre trecento persone cullate dalle note musicali di Chopin, Bach, Rachmaninov, Schumann e Debussy.

«Pensavo di trovare quattro gatti e invece c’è un sacco di gente». Non ha nascosto lo stupore per l’incredibile affluenza di pubblico, visto l’orario mattutino delle sei, padre Giovanni Dalpiaz priore dell’Eremo di San Giorgio. «Un evento da ripetere», ha sostenuto entusiasta l’assessore Marta Ferrari. 

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento