Blog Borgo Trento / Via Quinzano

Chi è Enrico Bernardi, geniale veronese inventore del motore a scoppio

Enrico Bernardi nacque a Quinzano di Verona il 20 maggio 1841

L'inventore veronese Enrico Bernardi in compagnia della moglie Amalia - 1911, foto Museo Nicolis di Villafranca di Verona

Il 21 febbraio 2019 è ricorso il centesimo anniversario della scomparsa di Enrico Bernardi, nato a Quinzano di Verona il 20 maggio 1841. Il Museo Nicolis di Villafranca ha celebrato il genio dell’ingegnere di Verona lo scorso sabato. Grazie a Bernardi l’Italia può vantare un importante primato in campo motoristico: il 5 agosto 1882 sperimentò con la Motrice Pia, il primo motore a scoppio funzionante a benzina, quasi contemporaneamente a Karl Benz (brevetto del 25 ottobre 1882) e a Gottlieb Daimler (brevetto del 16 dicembre 1883).

Luciano Nicolis, nel mostrare con orgoglio il cimelio custodito nella sua collezione, raccontava: «Secondo quanto ho appreso, questo è il primo motore a scoppio di benzina realizzato nel 1882 da Enrico Bernardi di Quinzano e montato su questo triciclo giocattolo per la figlia nel 1884. È incredibile l’ingegnosità di quest’uomo che realizzò un motore a benzina così piccolo».

È difficile stabilire chi nel mondo fu il primo inventore dell’automobile, ma si può affermare che Enrico Bernardi diede un significativo impulso all’applicazione concreta del motore a benzina. Al Museo Nicolis, in un’area tematica dedicata all’ingegnere di Quinzano, anche professore emerito dell’Università di Padova, vengono proposte in esclusiva le sue geniali invenzioni, con una delle tante iniziative culturali intraprese dal Museo e destinate al grande pubblico di affezionati appassionati di arte e scienza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chi è Enrico Bernardi, geniale veronese inventore del motore a scoppio

VeronaSera è in caricamento