Lunedì, 18 Ottobre 2021
Blog Centro storico / Piazza Brà

Breve elenco di mostre a ingresso gratuito da non perdere durante il mese di dicembre

Dalle opere pittoriche dei principali artisti veronesi del Novecento, in mostra all'interno della Galleria Meridiana, fino alle fotografie di Renato Begnoni a Villafranca, ecco una serie di mostre a ingresso libero davvero da non perdere

Presentiamo un breve elenco di mostre pittoriche e fotografiche ad ingresso gratuito davvero da non perdere che si terranno durante il mese di dicembre nella città di Verona e in provincia.

ARTE A VERONA NEL NOVECENTO - Ospitata all'interno dello Spazio Espositivo Galleria La Meridiana, la mostra presenta una serie di raffinate opere pittoriche che coinvolgono alcuni tra i più importanti maestri della città scaligera. Dai paesaggi e vedute campestri, ai volti e alle nature morte, il percorso dell'esposizione si snoda attraverso oltre trenta tavole di artisti quali Trentini, Zamboni, Casarini, Farina, Beraldini, Albertini, Zoppi, Sartorari, Trentini, Degani, Marinelli, Robotti, Quinto, Oliboni, Zangrandi. La mostra è aperta dal 28 novembre fino al 30 dicembre, dalle ore 16.00 alle 20.00 (chiuso il lunedì).

RENATO BEGNONI. LA PERCEZIONE DELLA VITA. OPERE 1985-2015 - Sarà inaugurata sabato 12 dicembre alle ore 17.00 presso lo splendido Palazzo Bottagisio di Villafranca, la mostra fotografica personale dedicata a Renato Begnoni, artista villafranchese che da molti anni è impegnato a portare avanti un'intensa attività nel campo della fotografia di ricerca. Le fotografie di Begnoni sono una singolare costellazione di visioni oniriche, intrecciate con elementi della realtà materiale, dove particolari liturgici ed immagini sacre vengono ripresi per fondersi con frammenti di realtà all'interno di spazi anodini e quotidiani. La mostra, prima monografica per l'autore in Italia, resterà aperta dal 12 dicembre fino al 14 febbraio secondo i seguenti orari: venerdì - sabato - domenica 10.00 - 12.30 / 15.00 - 19.30.

INNAMORATI DI VERONA - L'inaugurazione di questa mostra fotografica dedicata alla città scaligera è prevista per giovedì 3 dicembre al Palazzo della Gran Guardia alle ore 18.00. A presentare il lavoro dell'autore Giovanni Bevilacqua ci sarà per l'occasione il critico e storico della fotografia Enrico Gusella. La mostra è un vero e proprio omaggio alla città di Verona, ai suoi monumenti più rappreentativi e ai suoi luoghi caratteristici, ripresi attraverso l'utilizzo della tecnica fotografica dell'HDR, in grado di offrire risultati cromatici enfatici ed effetti visivi iperrealistici. La mostra resterà aperta fino al 15 dicembre tutti i giorni dalle ore 9.00 alle 20.00.

FUSIONE - Inaugura sabato 5 dicembre alle ore 16.00 una nuova mostra pittorica presso Fonderia Aperta Teatro: si tratta di "Fusione", un'esposizione che raccoglie numerose opere dell'artista Fausto de Marinis nato in Etiopia nel 1938.  Si tratta di una vera e propria raccolta complessiva dei suoi lavori che ripercorrre tutto il suo itinerario artistico. Le sue opere mostrano costantemente l'interesse del loro autore a riallacciarsi con l'antica tradizione artistica italiana, da conservare e preservare per essere tramandata alle nuove generazioni. Un percorso interessante, quello proposto nell'ambito di questa mostra che si snoda attraverso lavori fitti di rimandi alla simbologia mistica e magica e agli archetipi che caratterizzano l'arte popolare. L'esposizione resterà visibile per tutto il mese di dicembre secondo i seguenti orari: venerdì e sabato dalle 17.00 alle 20.00; domenica dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 17.00 alle 20.00.

15 - 18: E IN GUERRA TUTTI I BACI FURONO VIETATI - Nell'anno del centenario dalla Grande Guerra, all'interno della Palazzina Storica di Peschiera del Garda resterà aperta fino al 6 dicembre una mostra fotografica "15-18: E in guerra tutti i baci furono vietati", a Peschiera una mostra per non dimenticare il dramma della Grande Guerra Eventi a Verona
che riusnisce le opere di numerosi giovani artisti italiani, dei quali alcuni hanno partecipato alla Biennale di Venezia, altri sono stati vincitori di importanti Premi d’Arte a carattere nazionale ed internazionale come il “Premio Arte Laguna”, il “Premio Nazionale delle Arti” e il “Surrealism 2008 Competition”. Non una semplice mostra, ma il tentativo di dare vita a una vera e propria "esperienza sensoriale", in grado di coinvolgere lo spettatore in modo forte e diretto. La catastrofe della guerra, e in particolare le connotazioni claustrofobiche del primo conflitto mondiale, così come la grande sofferenza che le sue vittime si trovarono a dover sopportare, vengono trasformati in esperienza artistica all'interno delle opere dei vari artisti coinvolti. La mostra è aperta secondo i seguenti orari:
Venerdì ore 15.30 - 19.00; Sabato Domenica e Festivi ore 10.00 -12.30 e 15.30 - 19.00.

THE RED ROAD PROJECT - Un affascinante viaggio fotografico alla scoperta dell'America dei Nativi che tra mille difficoltà ed altrettante speranze, oggi provano a lasciarsi alle spalle le passioni tristi e il dolore della repressione e dell'emarginazione sociale che storicamente li hanno condizionati. La fotografa italiana che vive e lavora a Londra, Carlotta Cardana ci accompagna alla scoperta di volti, vite e paesaggi che con sopraffina delicatezza l'obiettivo della sua macchina fotografica è riuscito ad indagare. La mostra resterà visibile fino al 6 dicembre presso lo spazio espositivo di Fonderia 20.9, secondo i seguenti orari: mercoledi - sabato, 9.00 - 12.30 / 16.00 - 19.00.   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Breve elenco di mostre a ingresso gratuito da non perdere durante il mese di dicembre

VeronaSera è in caricamento