Leggende che si tramandano nel veronese: la Città del Sonno del lago

È il nome di un villaggio che forse si trovava dalle parti di Assenza, nel Comune di Brenzone. Forse per un terremoto o per un'alluvione, questo villaggio una notte fu risucchiato nel Lago di Garda

Lago di Garda (Foto Wikipedia)

Un paesino sommerso dall'acqua. Una leggenda che accumuna territori distanti del veronese, la zona delle Grandi Valli e quella del lago.

Alla base del leggenda delle Grandi Valli Veronesi c'è un fatto storico realmente accaduto e documentato, l'enorme alluvione del 589 e il conseguente straripamento dell'Adige. Da questo fatto poi nacque la storia di un chiesa ancora completamente sommersa dalle parti di Spinimbecco e di cui ancora oggi si riesce a sentire il suono delle campane.

Questo dettaglio del suono delle campane sotto l'acqua si ritrova anche in un'altra storia leggendaria che riguarda il Lago di Garda. La località teatro di questo racconto è Assenza, nel Comune di Brenzone. Non si quando, non si sa come, ma dalle parte di Assenza un tempo era presente un villaggio molto ricco grazie alla pesca e al commercio. Una notte, un forte terremoto creò una voragine e questo villaggio finì completamente nel lago. Un'altra versione di questa storia, indica come cataclisma un'alluvione che ha fatto straripare un torrente, la cui forza spinse il villaggio nel lago.

Alcuni dicono che Assenza si chiama così proprio per indicare l'assenza di questo villaggio, di cui ormai si può sentire solo la campana della chiesa, quando suona sotto le acque del lago.

Il nome del villaggio non è noto, ma ora è noto come la Città del Sonno, perché i suoi abitanti sono stati sopresi di notte, finendo nel lago ancora addormentati.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento