Blog Borgo Trento / Piazzale Castel San Pietro

La bellezza di un edificio militare veronese: la Caserma di Castel San Pietro

Sorge sul punto più antico di Verona, dove insisteva il primo centro abitato della zona. Prima della Caserma, in quel punto sorgeva il Castello Visconteo, quasi interamente distrutto durante la dominazione francese

La Caserma austriaca di Castel San Pietro sorge sul punto probabilmente più antico di Verona. Il primo nucleo abitativo della zona insisteva proprio su Colle San Pietro prima che i romani lo trasferissero vicino al fiume. Sul colle fu costruito il teatro romano e un tempio molto scenografici.

Il luogo rimase comunque sempre fortificato, sia in epoca romana e sia successivamente, perché la posizione strategica permetteva di tenere sotto controllo l'Adige e tutto quello che c'era intorno. Già prima dell'anno mille si ha notizie di una sorta di castello cotruito sul colle, ricostruito poi alla fine del XIII secolo da Gian Galeazzo Visconti e per questo prese il nome di Castello VisconteoColle San Pietro invece si chiama così per una chiesa dedicata a San Pietro da Verona (e non a Pietro l'apostolo) costruita sul posto circa nell'VIII secolo.

Quello che però oggi da Verona si vede guardando verso il colle è la Caserma asburgica, costruita tra il 1854 e il 1856 su ordine di Radetzky. Di tutto quello costruito prima rimane pochissimo, perché fu distrutto durante la dominazione francese. Si decise di costruire proprio lì la caserma per ragioni logistiche e simboliche. In quel punto la caserma sarebbe stata vicina ai forti delle colline veronesi, alle Torri Massimiliane e a Castel San Felice. Ma il punto permetteva anche di mostrare il potere degli austriaci sui veronesi, con una caserma incombente sulla città. Non a caso il piazzale della caserma era dotato di cannoni che in caso di necessità avrebbero potuto colpire l'intero abitato.

L'edificio è alto quattro piani con ottantasette stanze e poteva ospitare 460 soldati. Oltre al corpo centrale sono presenti anche due testate a torre sporgenti e alte un piano in più. La caserma ha la forma di un castello su volontà dello stesso Radetzky, che voleva comunque mantenere omogeneo il paesaggio.

Attualmente l'edificio è inutilizzato, ma ben tenuto ed esternamente accessibile.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La bellezza di un edificio militare veronese: la Caserma di Castel San Pietro

VeronaSera è in caricamento