Blog Centro storico / Piazza Erbe

Edifici storici della città di Verona: le Case Mazzanti e gli affreschi dell'Urbs Picta

Le Case Mazzanti, site in piazza Erbe lungo il suo lato orientale, sono un chiaro e ben conservato esempio della diffusa consuetudine rinascimentale di affrescare le pareti delle abitazioni cittadine veronesi

Le Case Mazzanti sono situate lungo il lato est di Piazza Erbe e sono da ritenere tra i palazzi più antichi dell'intera città di Verona. La loro peculiarità principale sta nelle tipiche facciate dipinte che costituiscono un esempio meraviglioso di pittura ornamentale, estremamente diffusa durante il periodo rinascimentale.

Verona proprio in quegli anni acquisì il soprannome di "Urbs Picta" (città dipinta), appunto in virtù dell'abitudine consolidata di affrescare le pareti degli edifici urbani. Si pensa che in un primo tempo la pratica fosse legata anche all'idea di proteggere dalle intemperie le mura delle abitazioni, ma il vero motivo del proliferare degli affreschi era chiaramente la volontà di impreziosire la città, abbellendola con gradevoli elementi decorativi.

Nel corso dei secoli, molti dei dipinti sulle pareti cittadine sono andati perduti o parzialmenti distrutti. Tuttavia alcuni sono ancora visibili a perenne testimonianza dello splendore della città. Le Case Mazzanti sono in questo senso un mirabile esempio preservatosi durante un lasso di tempo molto ampio. Si racconta che il caseggiato nel XII° secolo fosse utilizzato dagli Scaligeri signori di Verona come un granaio, mentre fu nel XVI° secolo che si iniziò a dipingerne le mura. Nel 1527 Giovanni Gonzaga, il quale a sua volta lo aveva ricevuto dall'Imperatore Massimiliano d'Austria, vendette l'edificio alla famiglia dei Mazzanti che incaricarono il pittore Alberto Cavalli, coautore insieme al suo maestro Giulio Romano anche di Palazzo Te a Mantova, di dipingerne le facciate.

Tra le diverse "scene" raffigurate sono da ricordare le allegorie dell'Ignoranza, della Prudenza e dell'Invidia, oltre che la Lotta tra Giganti. Per chi volesse ammirare la maggior parte dei numerosi affreschi che ornavano Verona nei secoli passati, è oggi possibile accedere al rinnovato Museo degli Affreschi G.B. Cavalcaselle con sede a fianco della Tomba di Giulietta in via del Pontiere 35.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Edifici storici della città di Verona: le Case Mazzanti e gli affreschi dell'Urbs Picta

VeronaSera è in caricamento