rotate-mobile
VeronaSera

Opinioni

VeronaSera

Redazione VeronaSera

Caro Flavio Tosi, acqua pubblica o privata?

Dopo lo spot per l'acqua di rubinetto servirebbe uno spot anti privatizzazione

Quando si dice “bere l’acqua del sindaco”. Bè, stavolta Flavio Tosi l’ha preso alla lettera, il vecchio detto popolare delle nonne. Del resto lui, il sindaco, con l’acqua ha da sempre un rapporto del tutto particolare: come non ricordare, infatti, il Tosi versione super-eroe che il primo gennaio partecipa indomito al tradizionale rito del tuffo nelle acque gelide del lago?

Quindi, la scelta di metterci la faccia (ovviamente a titolo gratuito) per promuovere l’acqua dei rubinetti veronesi dev’essere stata del tutto naturale. In fondo l’acqua del sindaco da queste parti non solo è tra le più “pure” dell’intera regione, ma è anche tra le meno care, superata solo da quella di Venezia.

Ma là, si sa, di acqua se ne intendono molto più che a Verona. Insomma, nei prossimi giorni ci toccherà vedere Tosi che spunta dagli schermi delle tivù locali per raccontarci come l’acqua del rubinetto sia molto più buona e meno cara di quella delle bottiglie. Resta da vedere se quello del sindaco sarà anche uno spot contro la privatizzazione dell’acqua....

Caro Flavio Tosi, acqua pubblica o privata?

VeronaSera è in caricamento