Caro benzina, il prezzo sale a cavallo di un razzo

In un anno il costo della "verde" aumentato da 1,150 euro al litro a 1,300

Caro benzina, il prezzo sale a cavallo di un razzo
Caro direttore,
ma è possibile che il prezzo della benzina continui a salire? Proprio in questi giorni mi sono accorto che tutte le compagnie petrolifere hanno ritoccato le proprie tariffe ed è praticamente impossibile trovare un distributore che faccia pagare la “verde” meno di 1,300 euro al litro. Ricordo che solo un anno fa un litro di senza piombo si comprava con 1,150 euro.

Ci sta che i carburanti siano aumentati quando il prezzo del greggio al barile sforò la soglia dei 100 dollari al barile, ma non capisco come in seguito, col netto calo del prezzo del petrolio, il costo della benzina non è sceso così nettamente.

Pare proprio che l’aumento del prezzo della benzina sia trascinato in alto da un razzo, mentre la discesa  somigli all’andamento di una piuma, che lentamente scende fino a quando non arriva un altro razzo che la trascina in alto. Questa situazione è insostenibile e mi stupisco come l’antitrust non faccia, o non voglia fare, nulla per sgominare questa vera e propria banda dei petrolieri. Anche perché a farene le spese è sempre chi fatica ad arrivare a fine mese.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
VeronaSera è in caricamento