Creature fantastiche che vivono nel veronese: il Calcatrapole

Da non confondere don il calcatreppole che è una pianta spinosa esistente, il calcatrapole è una creatura immaginaria che si dice popoli la provincia di Verona e anche quella di Brescia

(Fonte foto: Wikipedia)

Se cercate su Google la parola "calcatrapole", il motore di ricerca vi risponderà: "Forse cercavi calcatreppole?". Perché il calcatreppole esiste (è una pianta spinosa), il calcatrapole probabilmente no, ma è una creatura immaginaria che si dice popoli la provincia di Verona e anche quella di Brescia.

Si tratta di un folletto notturno che in genere vive nei boschi. È imparentato con un altro folletto che generalmente viene associato al Trentino, il calcarot. Invisibile agli umani, il calcarot è un folletto dispettoso che si diverte a disturbare il sonno degli uomini, sedendosi sul loro petto (esattamente come il Coboldo del quadro "Incubo" di Fuessli). Essendo invisibile nessuno è stato mai in grado di descriverlo, ma pare che sia particolarmente brutto. Diverso invece è il calcatrapole raccontato nel libro di Giovanna Barbieri "La stratega Anno Domini 1164". La data fa capire in che periodo è ambientato il racconto, quello cioè della lotta contro Federico Barbarossa. In questo libro c'è anche spazio per un calcatrapole di nome Belìn, nome che gli fu dato perché di bell'aspetto.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento