Lunedì, 18 Ottobre 2021
Blog Veronetta / Piazzetta Santa Maria in Organo

Le bellezze di Verona: la Chiesa di Santa Maria in Organo

Le opere di fra Giovanni da Verona le hanno dato una grandissima fama, in particolare la Sagrestia, definita da Giorgio Vasari "la più bella d'Italia"

È una delle chiese più antiche di Verona e tra le più ricche di tesori artistici. Delle origini medioevali della chiesa di S. Maria in Organo rimangono solo alcune colonne, capitelli e dei segni nella cripta. Dopo il terremoto del 1117 fu ricostruita e l'attuale aspetto le è stato dato solo dopo il 1444.

La fama di questa chiesa veronese è dovuta al Coro Monastico e alla Sagrestia, opere di fra Giovanni da Verona, preziose per le tarsie e lo studio delle prospettive. Per la sua maestria nella prospettiva, fra Giovanni da Verona conobbe molti artisti come il Pinturicchio e Andrea Mantegna. Proprio il Mantegna realizzò la pala per l'altare maggiore di S. Maria in Organo, oggi conservata a Milano.

All'interno di questa chiesa è conservato il più antico organo funzionante della Diocesi di Verona ed è racchiuso in una cassa barocca pregevolmente lavorata. Si potrebbe pensare che sia per questo strumento che la chiesa si chiama S. Maria in Organo, ma in realtà il nome deriva da "Organum", strumento per l'irrigazione usato in epoca romane, i cui resti si potrebbero trovare tra le fondamenta del campanile.

Al suo interno, la chiesa ospita decine di opere tra dipinti e affreschi, ma S. Maria in Organo merita una visita soprattutto per la Sagrestia, considerata la più bella d'Italia da Giorgio Vasari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le bellezze di Verona: la Chiesa di Santa Maria in Organo

VeronaSera è in caricamento