Acque veronesi investe 5 milioni di euro per il depuratore di Cologna Veneta

L'ampliamento della rete fognaria è stato presentato questa mattina nella sede della società consortile. I lavori prenderanno il via in questi giorni e si concluderanno nei primi mesi del 2015

Circa 5 milioni di euro, di cui la metà finanziati dalla Regione Veneto. Queste le cifre relative agli interventi che Acque Veronesi realizzerà a Cologna Veneta per estendere la rete fognaria comunale.

I lavori, al via in questi giorni, sono stati presentati in mattinata nella sede della società consortile che gestisce il servizio idrico in 73 comuni della provincia scaligera. Erano presenti Massimo Mariotti, presidente di Acque Veronesi, il suo vice Marco Olivati, Silvano Seghetto, sindaco di Cologna Veneta e Antonio Pastorello, presidente del Cisiag, consorzio socio di Acque Veronesi.

L’opera prevede la realizzazione di quasi 10 km di rete fognaria e 5 impianti di sollevamento per il collegamento delle utenze delle frazioni di S.Andrea e di S.Sebastiano all’impianto di depurazione del capoluogo. La configurazione della rete, prevista con tratti di raccolta a gravità e di rilanci in pressione, darà modo di limitare la profondità di scavo per la posa delle tubazioni e di collegare alla rete più di mille cittadini di Cologna Veneta, che fino ad oggi scaricavano in piccoli impianti privati. La chiusura dei cantieri è fissata entro i primi mesi del 2015.

“L’ampliamento dell’infrastruttura è significativa per un duplice aspetto, ambientale ed economico”. Così Massimo Mariotti, che prosegue: “L’allacciamento di un migliaio di utenti alla rete fognaria eviterà dispersioni di reflui nel terreno. Attualmente vengono utilizzate vasche imhoff, meno efficaci rispetto al trattamento previsto dal depuratore. In questo periodo di difficoltà economica, un investimento di questa entità, reso possibile grazie anche al supporto della Regione Veneto, è un chiaro segnale dell’impegno di Acque Veronesi nei confronti degli utenti”.

Grande soddisfazione per l’apertura del cantiere è stata espressa dal sindaco Seghetto: “Sono stati rispettati gli impegni presi con i nostri cittadini. L’opera, attesa dal 2008, rientra nell’accordo integrativo per la tutela delle risorse idriche del bacino del Fratta Gorzone. Un ringraziamento va in particolar modo al presidente Mariotti, grazie al quale abbiamo instaurato un proficuo rapporto di collaborazione”.

Tra i capofila del progetto, il Cisiag. “Ho seguito personalmente la programmazione dell’opera fin dall’inizio” – ha sottolineato Pastorello – “il nostro consorzio ha gestito fino al 2007 il servizio idrico integrato in 13 comuni della zona sud-est, compresa Cologna Veneta. Inoltre, in qualità di Presidente del Consiglio provinciale, mi sono attivato per un’adeguata gestione degli interventi stradali, in modo da limitare il più possibile i disagi dei prossimi mesi ”.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento