rotate-mobile
Acque

Chievo, rientrato l'allarme sull'acqua

Le analisi dell'Arpav dicono che la situazione tornata normale. L'Ulss 20 conferma

L’acqua che viene erogata dalla rete acquedottistica del quartiere cittadino Chievo è perfettamente a posto. A dirlo sono le analisi compiute dall’Arpav sui campioni che erano stati prelevati lunedì 19 luglio. Analisi il cui esito è stato reso noto questa mattina e che hanno stabilito che l’acqua è potabile, visto che tutti i parametri esaminati, sia batteriologici che chimici, rispettano i limiti imposti dalla normativa.

Si è quindi ufficialmente risolto il problema che era emerso martedì 13 luglio, in seguito alla scoperta che nell’acqua erogata dall’acquedotto nelle vie del Perloso, Lucchini, Chierighini, Cappa e Covre alcuni parametri non risultavano essere a posto.

Una situazione in seguito alla quale era stata emessa un’ordinanza di divieto dell’utilizzo dell’acqua, il problema ha interessato 150 utenze, che però è rimasta in essere solo sino al 15 luglio, visto che, in seguito agli interventi di Acque Veronesi, la situazione è andata da subito progressivamente risolvendosi. Già il 15 luglio, infatti, l’unica raccomandazione, fatta a titolo cautelativo agli utenti, era stata quella di utilizzare nei tre giorni successivi l’acqua per scopi alimentari diretti dopo averla bollita. Ora la situazione è quindi completamente tornata alla normalità. A confermarlo è anche l’Ulss 20, che “rassicura la popolazione confermando che anche il monitoraggio effettuato in data 19.7.2010 dall’Azienda Ulss20, con prelievi sulla rete acquedottistica in zona Chievo, ha evidenziato la potabilità dell’acqua e il rientro alla normalità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chievo, rientrato l'allarme sull'acqua

VeronaSera è in caricamento