Cane con collare elettrico, proprietario denunciato per maltrattamenti

A Mozzecane, una volontaria aveva segnalato l'animale impaurito alle guardie zoofile dell'Enpa di Verona, che sono riuscite a risalire al padrone

Il cane maltrattato

L'1 novembre scorso, intorno alle 18.30, le guardie zoofile dell'Enpa di Verona hanno ricevuto la segnalazione da una volontaria, la quale sosteneva di aver trovato a Mozzecane un cane da caccia con un collare particolare. Su di esso, infatti, era presente una scatolina nera. Il sospetto era che il collare fosse elettrificato e quindi capace trasmettere scariche elettriche per condizionare il comportamento dell'animale.

Dopo essere giunte sul luogo della segnalazione, le guardie zoofile hanno potuto verificare che si trattava realmente di un collare elettrico. Al momento del controllo, il dispositivo era acceso ed una luce led verde brillava a intermittenza. E per gli operatori dell'Enpa non è stato possibile spegnerlo, poiché non c'era il pulsante di accensione e spegnimento. Il cane era assolutamente impaurito e, tramite il suo microchip, gli agenti sono riusciti a risalire al proprietario.

Il padrone dell'animale è stato contattato telefonicamente e gli è stato chiesto di raggiungere il luogo in cui le guardie zoofile avevano trovato il cane. Sul posto, gli agenti gli hanno contestato il reato di maltrattamento sugli animali ed hanno proceduto al sequestro. Le iniziali del nome del trasgressore sono M.A. e l'uomo non avrebbe obiettato nulla.

LE GUARDIE ZOOFILE ENPA SU SEGNALAZIONE ACCORRONO IN SOCCORSO DI UNO DEI REATI PIÙ CRUDELI A DANNO DEI NOSTRI AMATI ANIMALI-2
(Collare elettrico)

Il collare elettrico può essere molto dannoso per i cani. Secondo il dottor Guerino Lombardi, responsabile del Centro di Referenza Nazionale per il Benessere Animale dell'Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia ed Emilia Romagna: «Il passaggio della corrente elettrica nella zona topografica del collo va ad interferire con l'attività nervosa del nervo vago, responsabile per esempio della conduzione dell’impulso elettrico al cuore, e può causare alterazioni della contrattilità miocardica. In secondo luogo, l'anomala e intensa attività elettrica legata al collare elettrico può comportare un danno alle membrane cellulari e ai meccanismi ionici di trasmissione elettrica, causando una anomala liberazione di neurotrasmettitori che possono modificare le attività neurologiche».

Le guardie zoofile dell'Enpa di Verona, coordinate dall'ispettore regionale Renzo Rizzi, hanno riferito di ricevere molte segnalazioni tutti i giorni «ma c'è ancora molta omertà sui maltrattamenti a danno degli animali - hanno concluso - Questa volta siamo riusciti a fermare questa atrocità una volta per tutte. Per inviarci delle segnalazioni, ricordiamo che è attiva la mail ggzzenpaverona@gmail.com».

LE GUARDIE ZOOFILE ENPA SU SEGNALAZIONE ACCORRONO IN SOCCORSO DI UNO DEI REATI PIÙ CRUDELI A DANNO DEI NOSTRI AMATI ANIMALI

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio Covid: regioni gialle, arancioni o rosse? In arrivo cambiamenti

  • Covid, ecco il "tampone multiplex": a Negrar un unico test per riconoscere tre diversi virus

  • Terapia anti-Covid scoperta dall'università di Verona, l'Fda la autorizza

  • Coronavirus: in Veneto 18 morti da ieri sera, Verona provincia con più casi attuali e decessi

  • Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

  • Veneto verso l'arancione? Come funziona il calcolo che divide le Regioni in aree di rischio

Torna su
VeronaSera è in caricamento