rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
social

Il Museo Nicolis vince il Ruoteclassiche "Best in Classic 2021 - Museo dell'Anno"

Il più prestigioso gran galà del motorismo in Italia

 Dopo aver vinto l’ambitissimo premio “Museum of the Year” agli Historic Motoring Awards di Londra nel 2018, la storia si ripete in Italia.

Si è tenuto a Milano, Rho Fiera “Ruoteclassiche – Best in Classic” il gran galà del motorismo storico più prestigioso nel panorama dell’automobilismo. In questa cornice è stato assegnato al Museo Nicolis il Premio “Best in Classic 2021 - Museo dell’Anno”.  La serata  è stata presentata da Tiberio Timperi, noto volto televisivo e dalla giornalista sportiva Federica Masolin.

Per il mondo del motorismo storico internazionale è un riconoscimento straordinario che colloca, a pieno titolo, il Museo Nicolis nel Gotha delle istituzioni culturali del settore.

Il Premio Ruoteclassiche, realizzato in collaborazione con ACI StoricoEberhard & Co e Sparco,  racconta storie di persone, spiega i fatti, mette in luce realtà, eventi e i veicoli classici che hanno contribuito alla crescita sociale, culturale ed economica di questo settore. E’ un riconoscimento di grande prestigio, volto a identificare, valorizzare e sostenere i migliori lavori, i club più attivi, le donne e gli uomini e i progetti importanti che si sono distinti nel corso dell’ultimo anno.

“Sono onorata di ricevere un riconoscimento così ambito, è un grande orgoglio rappresentare il mondo dei musei e del motorismo storico”  afferma Silvia Nicolis Presidente dell’omonimo Museo  “il sapere, la conoscenza, la formazione di un Paese passano necessariamente dalla cultura e sono particolarmente felice che sia stato riconosciuto anche il nostro valore integrato all’economia, allo sviluppo ed alla crescita del territorio. E’ un risultato frutto della determinazione e della professionalità di tutto il mio team che ringranzio”.  

 Una Giuria di altissimo livello ha selezionato finalisti e vincitori, questa la motivazione per il Museo Nicolis:  

Si definisce “un contenitore di cultura e di idee”  e da oltre vent’anni è un punto di riferimento tra i musei privati, perfettamente integrato nell’economia del territorio, nonché promotore della cultura dell’automobile e dei mezzi di trasporto. È anche un esempio di istituzione culturale non convenzionale che promuove conoscenza e innovazione senza perdere di vista obiettivi di crescita e sviluppo.

 L’arduo compito di valutare le eccellenze italiane è passato da 12 dei nomi più importanti dell’automobilismo nazionale come quello di David Giudici, direttore di Ruoteclassiche, affiancato da Miki Biasion (campione mondiale rally), Carlo Ludovico Borromeo (car designer, BorromeodeSilva e Garage Italia), Himara Bottini (esperta di gare di regolarità classica e media), Carlo Cavicchi (scrittore, giornalista, ex pilota rally), Savina Confaloni (giornalista, conduttrice, autrice televisiva), Rodolfo Gaffino Rossi (storico direttore del MAUTO), Antonio Ghini (esperto di automobili e comunicazione, The Classic Car Trust, The Key),  Corrado Lopresto (il più noto collezionista italiano nel mondo), Marcello Mereu (esperto haute detailer), Mario Peserico (AD Eberhard Italia) e Angelo Sticchi Damiani (Presidente ACI Italia).

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Museo Nicolis vince il Ruoteclassiche "Best in Classic 2021 - Museo dell'Anno"

VeronaSera è in caricamento