menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
immagine generica

immagine generica

Saturimetro: Cos’è, come funziona e quale modello scegliere

Boom di visite online nella seconda ondata su QualeScegliere.it. Lo studio svela quali sono i migliori modelli attualmente presenti sul mercato

Sconosciuto ai più fino ad un anno fa, con il dilagare dell’emergenza Covid il saturimetro è diventato uno dei dispositivi medici più ricercati degli ultimi mesi, grazie anche alle indicazioni del Comitato Tecnico Scientifico che ne consiglia la presenza di almeno un’unità per ogni famiglia (come per il termometro).

A confermare questo trend sono i dati di QualeScegliere.it che ha dedicato uno Speciale per orientare gli utenti nella scelta del modello più adatto alle proprie esigenze.

Soprattutto durante la seconda ondata della pandemia, il saturimetro ha beneficiato di una notorietà senza precedenti. Durante lo scorso novembre la guida di QualeScegliere.it dedicata ai saturimetri ha ottenuto oltre 93mila visite (contro le circa 30mila del mese precedente), segnale del reale bisogno degli utenti di approfondire le conoscenze su questo dispositivo. Significativo anche il traffico del canale YouTube dove la video recensione del saturimetro Beurer PO 30 ha totalizzato circa 1.200 visualizzazioni nel solo mese di novembre.

I più attivi nella ricerca di informazioni sono stati soprattutto gli uomini con il 58% delle visite complessive tra ottobre 2020 e gennaio 2021. Dal punto di vista anagrafico, gli utenti più propensi all’acquisto hanno un’età tra i 35 e i 44 anni (23% delle visite totali), seguiti poi dagli over65 (22%) e dalla fascia 55-64 anni (21%).

Perché è importante e come funziona

Il saturimetro è un piccolo dispositivo medico in grado di rilevare la quantità di ossigeno nel sangue, parametro da monitorare non solo in caso di positività o sospetta infezione da SARS-CoV-2, ma anche nei soggetti con patologie respiratorie e cardiache. A testimoniare la sua rilevanza in questa fase storica è l’iniziativa della Società italiana di Pneumologia in collaborazione con Federfarma che, a partire da metà gennaio 2021, ha predisposto la distribuzione gratuita di 30mila pezzi per i nuclei familiari con almeno una persona affetta da patologie respiratorie (Fonte Ministero della Salute). Il vantaggio è determinato anche dalla semplicità di utilizzo: è sufficiente applicare il dispositivo al dito (indice o medio) e tramite un sensore ottico sul display viene mostrato il valore in percentuale che indica la saturazione arteriosa, oltre alla frequenza cardiaca. In condizioni normali i valori della saturazione si attestano intorno al 98-100 per cento; in caso di valori inferiori al 95 per cento è opportuno rivolgersi al proprio medico per ulteriori approfondimenti.

Come scegliere il prodotto adatto alle proprie necessità

Il primo fattore da valutare è il display, che dev’essere chiaro e leggibile anche per le persone più anziane. Le dimensioni possono variare da prodotto a prodotto (incidendo anche sul prezzo) come anche la tecnologia utilizzata negli schermi (LCD o OLED) e i diversi livelli di illuminazione.

Altrettanto importanti sono le funzioni fornite da ciascun dispositivo. Per chi ha una patologia da monitorare quotidianamente sono consigliabili i modelli multifunzione; questi consentono di impostare valori personalizzati, confrontare dati, memorizzare le misurazioni di diversi giorni, impostare lo spegnimento automatico ma anche sincronizzare le rilevazioni tramite smartphone.

È importante inoltre non trascurare l’alimentazione del dispositivo: dai più economici alimentati con pile usa e getta ai modelli più professionali dotati di batteria al litio da ricaricare.

I top prodotti

Il prezzo dei prodotti in commercio varia da 10 euro fino a superare i 1.000 euro per l’acquisto di modelli professionali. Il miglior rapporto qualità - prezzo secondo il giudizio del team di esperti di QualeScegliere.it se lo aggiudica il pulsossimetro Viatom Visual Oxy (acquistabile a partire da 170 euro) grazie alle numerose funzioni tra le quali ricordiamo la misurazione continua, la batteria al litio ricaricabile e l’opzione di sincronizzazione da smartphone. Il prodotto migliore (voto complessivo 9,8/10) è invece il Beurer PO 80 (disponibile da circa 110 euro) che si distingue per precisione e affidabilità combinati ad un design moderno ed elegante.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'ospedale di Negrar si aggiunge ai centri di vaccinazione anti-Covid

Politica

Da Verona parte la crociata contro Sanremo, Castagna: «È diventato Sodoma e Gomorra?»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento