Coronavirus: quattro milioni da Folletto per sostenere i suoi 4.500 venditori

Fabio Leoni, direttore commerciale Folletto: «La nostra famiglia non lascia soli i suoi venditori che in questo momento, come tutti, sono chiamati a fare grandi sacrifici»

Immagine generica

Quattro milioni di euro per coprire il periodo di inattività forzata, e quindi di mancati guadagni, dei suoi 4.500 venditori porta a porta: è questa la cifra stanziata da Folletto, l’azienda del gruppo Vorwerk che commercializza in Italia il celebre aspirapolvere, per sostenere i propri venditori, che sono lavoratori autonomi e che, come moltissimi italiani impossibilitati a svolgere la professione, subiscono in prima persona le conseguenze economiche dell’emergenza Coronavirus.

«I guadagni dei nostri incaricati -spiega Fabio Leoni, direttore commerciale Folletto- sono direttamente legati ai risultati della vendita a domicilio, attività che Folletto ha arrestato completamente in tutta Italia dall’11 marzo. Subito dopo questa decisione, il primo pensiero è stato quello di sostenere economicamente i nostri venditori, dai cui introiti dipende il benessere delle loro famiglie. E la famiglia Folletto non lascia soli i suoi collaboratori che in questo momento fanno grandi sacrifici nella battaglia al Coronavirus che unisce tutti gli italiani».

La misura scelta da Folletto per questo primo periodo di fermo attività è un contributo straordinario che viene erogato domani, martedì 7 aprile. Sono stati stanziati in totale 4 milioni di euro che sono stati distribuiti ai venditori secondo criteri che considerano la media dei compensi degli ultimi 12 mesi, in modo da essere in linea con le performance che ciascun venditore esprime nell’attività (che è una forma di lavoro autonomo nella quale i guadagni sono legati a provvigioni e incentivi che variano in base a diversi fattori).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«In questo difficile momento – conclude Leoni – i nostri venditori devono sapere che non sono soli e che Folletto è un’azienda solida, capace di essere al loro fianco anche nei momenti di emergenza. Sono certo che presto potremo tornare alla normalità, rientrare nelle case degli italiani e stringere le loro mani con gioia. E nelle strutture commerciali e di sede, anch’esse fisicamente ferme ma operative in smartworking, siamo già al lavoro per ripartire e offrire agli italiani la consulenza, i prodotti di qualità e anche le opportunità professionali per cui Folletto è conosciuta e apprezzata. Le nostre porte continuano a essere aperte a tutti coloro che vogliono mettersi in gioco ed entrare nel nostro mondo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due classi chiuse per casi positivi al virus nel Veronese: «Rispettate le precauzioni»

  • Per gli otto comuni veronesi confinanti col Trentino 4 milioni di euro

  • La fuga dopo la rapina diventa un incidente mortale: perde la vita una 29enne

  • Innamorata di un ragazzo, genitori non approvano e la tengono chiusa in casa

  • Maxievasione fiscale: sequestrati denaro e beni per 1,4 milioni di euro

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 25 al 27 settembre 2020

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento