Fase3: Deliveroo dopo Verona anche a San Giovanni Lupatoto

Espansione, asporto e mance, le nuove iniziative per sostenere la ristorazione

deliveroo

Deliveroo preme sull’acceleratore. La “fase 3” della piattaforma leader dell’online food delivery entra nel vivo e riparte l’espansione territoriale. Alle 175 città nelle quali è già possibile ordinare cibo a domicilio attraverso l’App, si aggiungono infatti 19 nuove città in cui Deliveroo è arrivato a fine maggio e arriverà nel corso del mese di giugno. Dopo Verona Deliveroo è arrivato pure a San Giovanni Lupatoto.

Deliveroo per i ristoranti: asporto e mance per ripartire 

Sono due le principali novità a sostegno del settore della ristorazione:

  • Pick-Up, il nuovo servizio che supporterà i ristoranti nella gestione degli ordini destinati all’asporto tramite piattaforma si espande in Italia, a giugno sarà esteso a tutta la città di Milano e raggiungerà Roma e Cagliari;
  • Round-Up. Da oggi è attiva la nuova funzione che permette di dare la mancia al proprio ristorante arrotondando il conto al momento del pagamento dell’ordine o scegliendo l’importo da donare. 

“Ciascuno di noi si augura che tutti i ristoranti possano ripartire al più presto e anche noi vogliamo fare la nostra parte per sostenere un settore strategico sul quale insiste il nostro business. Stiamo aprendo nuove città e saremo presenti in ben 194 città entro giugno. Espansione, asporto e mance sono strumenti che aiuteranno il comparto della ristorazione nella ripresa” dichiara Matteo Sarzana, General Manager Deliveroo Italy. “In questi mesi abbiamo già fatto molto, aiutando i ristoranti con interventi mirati e sotto il profilo della liquidità. Vogliamo coinvolgere sempre più consumatori, per sostenere insieme i ristoranti. Abbiamo dimostrato di essere un servizio essenziale. Vogliamo essere una delle chiavi per tornare alla normalità”.

I bar si affidano al delivery e il cocktail arriva a casa Gin-Tonic e Negroni i più ordinati su Deliveroo

Con la “fase 2” cambiano e continuano ad evolversi anche le abitudini dei consumatori. E, con esse, l’approccio degli esercenti nei confronti del food delivery. La consegna di cibo a domicilio infatti non è più soltanto legata ai canali più “tradizionali”, come i ristoranti, ma anche il settore bar, pasticceria e caffetteria. Ad oggi, sono 400 i bar o cocktails bar in piattaforma. Di questi, il 30% ha fatto il proprio ingresso su Deliveroo da marzo in poi. A dimostrazione che, non solo il lockdown, ma anche l’avvicinarsi della primavera e della stagione calda sostiene questa tipologia di consumi anche “da casa”, con il Gin-Tonic e il Negroni che sono tra i cocktails e long drink più ordinati su Deliveroo.

Deliveroo for Business: cresce il delivery per la pausa pranzo

  • Deliveroo for Business - il servizio di consegna a domicilio dedicato alle aziende che possono creare un proprio account sulla piattaforma per gli ordini - implementa la propria offerta per andare incontro alle esigenze delle aziende e sostenere il business delle mense aziendali. E lo fa alla luce delle nuove necessità organizzative determinate dalla crisi sanitaria. In che modo? 
  • Per tutte le aziende che prevedono uno spazio comune come una mensa o una cucina, a cominciare da Milano, si prevedono consegne di piatti imbustati monouso, direttamente dai migliori ristoranti della città, attraverso una logistica dedicata.
  • Un altro strumento accessorio di Deliveroo for Business, molto apprezzato in questa fase, è stato quello delle Gift Card con cui è stato possibile "accorciare" le distanze tra colleghi: molto dipendenti che hanno ricevuto in regalo un buono Deliveroo hanno avuto la possibilità di consumarlo in contemporanea consumando colazioni o aperitivi in occasioni di meeting virtuali importanti o videocall. 

Come diventare ristorante partner
I ristoranti interessati a diventare partner di Deliveroo possono fare richiesta via web su https://restaurants.deliveroo.com/it-it/

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arriva App di biosorveglianza targata Veneto e Luca Zaia annuncia un'«ordinanza innovativa»

  • Lo studio a Negrar: «Minore è la quantità di virus, meno gravi i sintomi della malattia»

  • Ingannato dalla chiamata de Numero Verde della Banca: rubati soldi dal conto corrente

  • Nuova ordinanza a Verona contro il virus: le tre "aree" della città e tutti i divieti in vigore

  • Contro gli assembramenti, provvedimenti diversificati e "zone rosse" a Verona

  • Polemica su Crisanti, il professor Palù: «È un mio allievo esperto di zanzare»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento