social

Berberè, locale veronese dell’insegna internazionale di pizzerie, riapre il 6 maggio

Il prestigioso locale riapre dopo il restyling ad opera dell’architetto Mario Santini

Berberè la pluripremiata insegna dedicata alla pizza da lievito madre vivo, che ha aperto a Verona in piazza delle Erbe nel 2017, continua a puntare sulla città. Nonostante il difficile momento che la ristorazione sta vivendo, i fratelli Aloe, creatori del marchio, si apprestano a riaprire il locale il 6 maggio dopo un progetto di restyling affidato all’architetto veronese Mario Santini.

Berberè sarà aperto tutti i giorni dalle 12 alle 15 e dalle 18 alle 22. Dehor esterno con 46 posti.

La ristrutturazione del locale è stata dettata soprattutto da un’esigenza pratica, quella di ripensare gli spazi e ottenere una miglior distribuzione delle sedute, così da migliorare l’esperienza all’interno della pizzeria. Così l’architetto descrive il suo intervento:

Nel progetto di restyling  della pizzeria si è  voluto mettere in evidenza la storicità dei locali, che nel  1800 ospitavano una vecchia trattoria. Così elementi originari si mescolano a interventi contemporanei. Il mio stile, definito Post Classico, è infatti un anello di congiunzione tra passato e futuro, passando attraverso il presente. Concetto che si sposa perfettamente con Berberè, brand che coniuga l’innovazione con il recupero di antiche tradizioni legate alla panificazione .”


Santini, noto in città anche per il restauro di alcuni dei locali più prestigiosi di Verona , si è affidato a maestranze locali per imprimere una nuova immagine alla pizzeria, più coerente con la mission portata avanti dagli Aloe: “servire gentilmente una pizza buonissima con solo lievito madre vivo, digeribile, senza fronzoli, in ambienti bellissimi”.

Il locale, che conta oggi 80 sedute, gode inoltre di un ampio dehor esterno con una quarantina di posti dove sarà possibile gustarsi una buona pizza in una delle piazze più belle d’Italia: quella delle Erbe, cuore pulsante della città scaligera.

Qual è la formula del successo di Berberè, da 10 anni riconosciuta come una delle migliori pizzerie d’Italia?

 La passione per una pizza buona, realizzata da lievito madre vivo e con prodotti biologici selezionati, servita rapidamente a prezzi accessibili: si parte da 5,90 € per una pizza pomodoro, aglio e prezzemolo ad un massimo di 13,00€ per quelle riccamente farcite con salumi. Il nuovo menù primavera/estate è tutto incentrato su una quindicina di pizze che spaziano dalle proposte più classiche, come la Marinara, la Margherita e la Diavola, a quelle con ingredienti di stagione come la pizza con Zucchine e Provolone, la Norma con melanzane e ricotta affumicata e la Babaganoush, che utilizza la crema mediorientale composta da melanzane e tahina. 
Da lunedì al venerdì è attiva la formula pranzo a 10 euro che comprende pizza della settimana, bevanda/birra piccola, coperto e caffè.

Berberè
Berberè nasce nel 2010 a Bologna da Matteo e Salvatore Aloe con l’obiettivo di rielaborare la pizza valorizzandone l’artigianalità, mantenendo la sua anima pop senza sofisticazioni gourmet ma attraverso un lavoro di ricerca delle materie prime, di studio degli impasti, di sperimentazione delle farine e di cura sia nella preparazione e formazione degli artigiani che ci lavorano, sia nell’allestimento degli spazi in cui la pizza viene servita. Attualmente il brand conta 12 locali in Italia e uno a Londra. Berberè è fra le migliori pizzerie in Italia nella Guida del Gambero Rosso, fra le 10 migliori insegne di pizzerie in Europa nella 50Top Pizza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Berberè, locale veronese dell’insegna internazionale di pizzerie, riapre il 6 maggio

VeronaSera è in caricamento