La Regione Veneto rafforza lo screening per i tumori alla cervice uterina e al colon-retto

«Le procedure che si applicano da qui in avanti sono quanto di più approfondito possibile e puntano ad aumentare la lotta all’insorgenza di tumori particolarmente temuti dalle donne o particolarmente subdoli come quello del cancro del colon-retto»

Immagine generica

Al termine di una serie di importanti approfondimenti effettuati da parte di gruppi di lavoro composti da scienziati e clinici, nella Regione Veneto entrano in vigore nuove procedure operative coordinate per l’esecuzione dei programmi di screening oncologici per il carcinoma della cervice uterina e per il tumore del colon-retto.

Le attività di coordinamento regionale screening sono state assegnate all’Unità Operativa Complessa Screening e Valutazione di Impatti Sanitario (VIS).
Il tutto è contenuto in una delibera, approvata dalla Giunta regionale su proposta dell’Assessore alla Sanità, Manuela Lanzarin, dove sono stati riportati anche alcuni chiarimenti per i soggetti interessati.

«La battaglia contro il Covid – dice la Lanzarin – è durissima, ma non ci impedisce di lavorare su tutti gli altri fronti dell’offerta di prevenzione e cure alla gente. La sanità veneta va avanti su un fronte di 360 gradi, e quello della prevenzione di questo tipo di tumori è fondamentale. Le procedure che si applicano da qui in avanti sono quanto di più approfondito possibile e puntano ad aumentare la lotta all’insorgenza di tumori particolarmente temuti dalle donne o particolarmente subdoli come quello del cancro del colon-retto».

Vi si prevede, tra l’altro, la vaccinazione anti papilloma virus (HPV) anche per le donne già trattate per lesioni cervicali HPV correlate di grado elevato e l’esecuzione dello screening per il carcinoma della cervice uterina in gravidanza. Significativa anche la scelta di eseguire il tatuaggio endoscopico delle lesioni del colon-retto o sospette tali, rilevate all’esame di secondo livello o di follow up all’interno del programma specifico di screening.

Scarica la delibera regionale sullo screening e i chiarimenti sulla questione

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Secondo il presidente dell'Ordine dei medici di Venezia il Veneto va «verso la zona rossa»

  • Speranza presenta il nuovo Dpcm: «Alle 18 nei bar stop asporto, musei aperti in zona gialla»

  • Firmato il Dpcm: rivoluzione spostamenti, bar ed enoteche stop asporto dalle 18. Le novità

  • Drammatico incidente tra furgone e camion in A22: morto un 31enne di Lazise

  • La "nuova" zona arancione: cosa cambia per il Veneto con l'ultimo Dpcm, tutte le regole 

  • Variante inglese, Crisanti: «Se c'è, allora strade d'accesso al Veneto bloccate e lockdown»

Torna su
VeronaSera è in caricamento