rotate-mobile
Sabato, 13 Agosto 2022
Salute Centro storico / Piazza Bra

Sanità, la Regione punta su assistenza domiciliare e ospedali di comunità

Durante la conferenza dei servizi dell'Ulss 9 Scaligera sono stati anticipati alcuni contenuti del piano sociosanitario 2019-2023 in fase di approvazione in Regione Veneto

Ieri, 17 dicembre, nella sala convegni della Gran Guardia a Verona si è riunita la conferenza dei servizi dell'Ulss 9 Scaligera. È stata anche l'occasione per celebrare la Giornata della Trasparenza e dell'Integrità, un momento per mostrare ai presenti le informazioni e i servizi a disposizione dei cittadini.

Alla conferenza dei servizi hanno partecipato sindaci o amministratori dei comuni dell'Ulss 9, i quali hanno potuto ascoltare anche dalla voce del nuovo sottosegretario alla salute Luca Coletto alcuni contenuti del piano sociosanitario 2019-2023 in fase di approvazione in Regione Veneto.
Il temo principale del nuovo piano sarà l'assistenza agli anziani e ai non autosufficienti. Un'assistenza che si vuole migliorare, puntando sui servizi ai domicilio e su quelle strutture definite intermedie, come gli hospice e gli ospedali di comunità.

Proprio sugli ospedali di comunità è stata confermata l'attivazione di 59 posti letto per le strutture di San Bonifacio, Valeggio e Bovolone. E altri posti letto saranno attivati a Bussolengo. L'ospedale di comunità di Bovolone sarà il primo a partire, all'inizio del prossimo anno, poi sarà la volta di Valeggio sul Mincio.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità, la Regione punta su assistenza domiciliare e ospedali di comunità

VeronaSera è in caricamento