Salute Lazise

Telemedicina a disposizione dei turisti: Federalberghi lancia la convenzione

Un servizio di assistenza medica online offerto da un'azienda veronese, è a disposizione delle strutture del lago di Garda che intendono aderire. «Ha varie applicazioni ed è in grado di dare istruzioni immediate ai nostri ospiti, di aiutarli a risolvere il problema»

Nella cornice del Quellenhof Luxury Resort di Lazise, venerdì è stato presentato “Mediphonica”, il servizio di assistenza medica online dell’azienda veronese Avanguardia Medica srl, che vede un team medico e una direzione sanitaria a disposizione dell’utente. La ditta con base a Verona infatti viene indicata come l’unico centro di assistenza medica gestito e strutturato grazie a cui il paziente entra immediatamente in contatto con un medico del team, dotato di un know-how di oltre 10 anni tra attività svolte in Italia e all’Estero e collaborazioni con altre aziende. 

Il progetto è stato presentato da Federalberghi Garda Veneto, che sottolinea come la pandemia abbia dimostrato più che in passato il bisogno di avere servizi e risposte sanitarie tempestivi e accurati: sfruttando internet e i nuovi sistemi digitali e di comunicazione virtuale come la telemedicina, si può garantire l’accesso più agevole all’assistenza medica.
Avere un medico facilmente raggiungibile da telefono fisso o mobile, con possibilità di attivare anche videochiamate h24, offre una rassicurazione importante e una gestione del malessere in autonomia da parte dell’utente. L’utilizzo di tecnologie avanzate per la valutazione dell’ospite evita anche viaggi verso realtà ospedaliere con conseguenti lunghe attese e genera un innegabile beneficio anche per la collettività e la popolazione residente, oltre che per le strutture ospedaliere stesse che vengono sgravate da accessi impropri specialmente in Pronto Soccorso.

«La telemedicina è un futuro già presente – afferma il presidente di Federalberghi Garda Veneto Ivan De Beni –. Ha varie applicazioni ed è in grado di dare istruzioni immediate ai nostri ospiti, di aiutarli a risolvere il problema, ma soprattutto di tranquillizzarli, ritrovando la serenità durante la vacanza. Un servizio che qualifica la nostra offerta turistica, garantito da un’azienda top nel mercato sanitario nazionale che già collabora con importanti realtà imprenditoriali. Durante il loro soggiorno, siamo come angeli custodi per i nostri ospiti. Per questo dobbiamo farci trovare preparati ad assisterli quando accusano qualche malessere. Mediphonica è sicuramente uno strumento che si aggiunge. Siamo riconosciuti per la bellezza del nostro territorio, ma anche per la sua sicurezza, non solo sanitaria».

«Avere un medico a disposizione sempre e tempestivamente – spiega la dottoressa Julia Righettini, Direttrice Commerciale di Avanguardia Medica – è un plus non da poco per le strutture ricettive che sceglieranno di attivare il servizio. Inoltre il nostro personale è accuratamente scelto e formato da noi, soprattutto per quel che riguarda il consulto medico in telemedicina. I nostri medici effettuano le chiamate coadiuvati da un software svizzero di cui ci avvaliamo per far sì che non tralascino di fare nessuna domanda che possa essere utile a una diagnosi. Il software viene costantemente aggiornato, oggi anche per trattare i casi di Covid-19».

Era presente in conferenza stampa anche il sindaco di Lazise Luca Sebastiano, che svolge la professione di medico di base e che è così intervenuto: «Sposo l’iniziativa! Trovo che avvalersi di un servizio di telemedicina sia un’ottima idea, soprattutto in un momento come questo, nel quale molti medici di base stanno andando in pensione e si fatica a trovare ricambio e nel quale, in generale, il personale medico e sanitario scarseggia. Va messo alla prova, anche perché coadiuva il sistema ospedaliero del territorio».

«L’iniziativa è davvero interessante – commenta Virginia Torre, presidentessa dell’Associazione Albergatori di Lazise – e ci permetterà di lavorare con maggiore serenità, consapevoli dell’assistenza qualificata dei professionisti di Mediphonica. Ho già avuto pareri positivi da altri colleghi sulla bontà del servizio».

Il servizio è garantito grazie a un call center telefonico disponibile h24 e 7 giorni su 7, in italiano e in inglese e prossimamente anche in tedesco, via telefono/internet. É possibile ottenere rapidamente, da uno dei medici del team:

  • una valutazione a distanza del paziente, il quale potrà inviare al medico immagini via smartphone o e-mail, o attivare videochiamate. I medici sono dotati di un software di supporto decisionale che permette un triage telefonico attento e accurato;
  • supporto emotivo e consigli su come gestire il malessere sia con farmaci già in possesso che con nuove prescrizioni farmacologiche;
  • la prescrizione di farmaci utili inviata direttamente via mail;
  • follow-up clinico: il team medico, in caso di necessità, monitora l’evoluzione richiamando nelle ore successive per valutare nuovamente il quadro clinico;
  • referto scritto sulla mail dell’interessato per poter tenere traccia del malessere riscontrato e del tipo di assistenza ricevuta. Nel caso vi fosse l’effettiva necessità di recarsi al pronto soccorso, può servire all’utente per presentare il quadro clinico in maniera rapida ed efficace, o nei giorni successivi per recarsi dal proprio medico di famiglia per un eventuale approfondimento ;
  • invio di un’ambulanza in caso di imminente pericolo di vita;
  • diagnosi fatta sia in italiano che in inglese e a breve il tedesco.

«Mentre un tempo la quasi totalità delle diagnosi veniva formulata post visita fisica – prosegue il dottor Alberto Vaona, direttore sanitario di Avanguardia Medica – oggi visitare manualmente il paziente è utile, ma fino a un certo punto. Una volta in possesso di una diagnosi, anche la prescrizione di farmaci può essere effettuata da remoto, con farmaci già in possesso o ottenibili nella farmacia più vicina».

Mediphonica, una volta attivato dal socio di turno, può essere usufruito da lui stesso, dai suoi famigliari e per i suoi collaboratori, come tutela sanitaria in caso di bisogno per l’intero anno solare di convenzione.

«Sono molto fiero della stipula di questa nuova convenzione – sottolinea il presidente del comitato Giovani Albergatori Garda Veneto Francesco Zeitler – perché la ritengo molto smart poiché utilizza strumenti all’avanguardia e altri sistemi digitali che sempre più faranno parte del nostro lavoro quotidiano».

Per il mezzo di questa collaborazione, Federalberghi Garda Veneto risultano essere i primi nel circuiti e sul territorio a proporre questo tipo di servizio, nell'ottica di implementare i servizi alla persona, che ha già visto azioni come la convenzione con l’ospedale Pederzoli per l’esecuzione a tariffe agevolate di tamponi molecolari e antigenici nel maggio 2020 e la collaborazione con le amministrazioni comunali di Garda e di Torri del Benaco nell’agosto 2021 per predisporre un servizio di tamponi a favore dei turisti stranieri che dovevano certificare la negatività al Covid-19 prima di rientrare nel Paese di provenienza.

«Ancora una volta rispondiamo attivamente alle necessità dei soci e dei nostri ospiti con un progetto visionario su tutto il lago di Garda – sottolinea il direttore di Federalberghi Garda Veneto Mattia Boschelli –. Federalberghi Garda Veneto va quindi a supportare il servizio della Ulss 9 Scaligera sul territorio lacuale, che ad oggi, considerate le presenze turistiche e in particolare i giorni di picco dei fine settimana, si trova spesso sotto stress. Il servizio Mediphonica conferma la bontà delle iniziative della nostra Associazione, ma va seguito e compreso nelle sue molte potenzialità, anche in chiave di promozione turistica del territorio».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Telemedicina a disposizione dei turisti: Federalberghi lancia la convenzione
VeronaSera è in caricamento