Salute Borgo Trento / Piazzale Aristide Stefani

Sanità veronese e nuove assunzioni: «Trend di crescita. Criticità anestesia, pronto soccorso»

Nel primo quadrimestre del 2019 sono stati assunti 38 medici rispetto ai 34 del 2018

Conferenza stampa congiunta convocata da Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona e Ulss 9 Scaligera

Si è svolta lunedì 6 maggio nella sala del consiglio dell'ospedale di Borgo Trento a Verona la conferenza stampa congiunta, convocata dall'azienda ospedaliera universitaria integrata di Verona e dall'Ulss 9 Scaligera, volta ad illustrare l’andamento dell'assunzione di nuovo personale. In particolare, oltre ad un breve bilancio, sono state presentate le procedure e previsioni di assunzione personale per l’anno 2019.

I dati di spesa per la sanità dal 2017 ad oggi, secondo quanto riferito dal dottor Francesco Cobello dg dell'azienda ospedaliera universitaria integrata, risultano in crescita per quanto riguarda la parte relativa a medici ed infermieri, con un numero di dipendenti che si attesta sempre al di sopra delle 5mila unità (oggi sono 5.019). Per quanto riguarda gli infermieri, è datata per l'appunto lunedì 6 maggio una delibera che certifica l'assunzione di 43 infermieri professionali, a seguito di un concorso indetto dall'azienda ospedaliera e alla quale avevano partecipato ben 8mila candidati. Ad ottobre, inoltre, si prospetta l'assunzione di altre 71 persone, quando cioè saranno in scadenza i contratti a tempo determinato già in essere. Da rilevare anche la prevista assunzione di 56 operatori socio-sanitari, i cosiddetti Oss, che farà seguito al concorso indetto per l'inizio del mese di giugno.

Per quanto riguarda la situazione dei medici, vi sono concorsi per quattro posti in ginecologia, uno per prontosoccorso pediatrico, uno per oftalmologia, due per chirurgia della mano e uno per neuroradiologia. A questi si aggiungono, in scadenza il 23 maggio, altri otto posti per anestesisti. Per quanto riguarda il prossimo futuro, inoltre, le previsioni sono di circa una quarantina di nuove assunzioni in vari ambiti, compresa la nomina del nuovo direttore generale del reparto di chirurgia della mano. Stando a quanto riferisce sempre il dott. Cobello, le figure maggiormente ricercate dall'azienda e sulle quali resteranno le maggiori criticità «saranno quelle di anestesisti», ma anche qui l'azienda garantirà gli opportuni concorsi per far fronte alle necessità.  

Parla di «trend di netta ripresa» per quanto riguarda le assunzioni anche il direttore generale dell'Ulss 9 Scaligera Pietro Girardi, notificando l'assunzione di 38 medici nel primo quadrimestre del 2019, a fronte dei 34 dello scorso anno. Sono inoltre stati assunti 24 medici libero professionisti, rispetto agli 11 del 2018. Anche per quanto riguarda gli infermieri il dato è di crescita, con 28 nuovi assunti rispetto ai 26 dell'anno scorso. Nel complesso si prospetta inoltre l'assunzione di 32 nuovi dirigenti medici nel corso dell'anno. Vi sono tuttavia dei problemi, identificati dal dg Girardi nella carenza di medici di pronto soccorso: «Abbiamo fatto una procedura per 6 posti, ma siamo riusciti a coprirne soltanto uno perché i medici non si son candidati. L'abbiamo ribadita per 11 persone, ma ancora una volta ne abbiamo recuperato soltanto uno. Ora siamo ancora in via di pubblicazione del bando per i 10 rimanenti posti e vedremo cosa riusciremo ad ottenere». 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità veronese e nuove assunzioni: «Trend di crescita. Criticità anestesia, pronto soccorso»

VeronaSera è in caricamento