rotate-mobile
Salute Villafranca di Verona / Via Ospedale Marcello Magalini

Magalini, replica dell'Ulss 9: «Posti letto disponibili in Terapia Intensiva»

«Lo stretto monitoraggio che la Direzione del Reparto assicura, induce a dichiarare non fondate le affermazioni di invio dal Magalini ad altre sedi di pazienti da Rianimazione»

Il ricovero di Rianimazione o Terapia Intensiva è indicato al paziente in condizioni critiche di salute ed è rivolto alla cura del ripristino delle funzioni vitali (cuore, polmoni, cervello) compromesse da una malattia o da un evento drammatico. L’assistenza medica ed infermieristica erogata a ciascun paziente deve essere adeguata agli standard di riferimento normativo e di letteratura che certificano la qualità e la sicurezza sanitaria delle cure erogate.

Inizia così la nota diffusa dalla dirigenza dell'Ulss 9 Scaligera, dopo la lettera del Comitato per la Salvaguardia dell'Ospedale Orlandi, appoggiata dalle dichiarazioni del consigliere regionale M5S Manuel Brusco, che esprimeva la propria preoccupazione per le soppressione di 2 posti al Magalini di Villafranca. 

Ciò premesso, la repentina cessazione di 3 unità infermieristiche e l’assenza improvvisa di lungo periodo per infortunio di un’infermiera dell’équipe hanno provocato in Terapia Intensiva dell’Ospedale di Villafranca un’improvvisa riduzione del livello di assistenza infermieristica concretamente disponibile ai pazienti ricoverati. Sono previste, nei tempi più rapidi possibili, le assegnazioni di nuovi infermieri a ripristino dell’organico che, superato l’iniziale periodo di formazione all’uso delle elevate tecnologie disponibili, consentiranno di riattivare l’assistenza e i posti letto in dotazione.

Si precisa che, al fine di assicurare l’appropriatezza e l’uso dei posti letto, in Rianimazione vengono applicati specifici Protocolli di valutazione del paziente allo scopo di validare l’ammissibilità al ricovero. Lo stretto monitoraggio che la Direzione del Reparto assicura, induce a dichiarare non fondate le affermazioni di invio dal Magalini ad altre sedi di pazienti da Rianimazione. Al momento due posti letto sono liberi e sono disponibili agli accoglimenti dei pazienti in situazione di emergenza per cui l’indicazione al ricovero è appropriata. Il Piano delle schede ospedaliere regionali verrà applicato nel rispetto delle indicazioni della Regione.

Per quanto riguarda il “coronavirus”, si evidenzia che non vi è alcuna emergenza, ma è già stato predisposto il Piano di coordinamento provinciale che prevede l’adozione di misure intraospedaliere ed extraospedaliere volte a garantire l’assistenza al paziente potenzialmente contagioso infetto e la prevenzione del contagio dei potenziali contatti.

Dal Comitato Uniti per l'Orlandi è invece giunta una nota per prendere le distanze dal gruppo autore della prima missiva (il Comitato per la Salvaguardia dell'Ospedale Orlandi) e per sottolineare come i due gruppi sia enti separati, nonostante la denominazione simile. 

Il comitato "Uniti per l'Orlandi", relativamente alla notizia riportata in questi giorni sui posti letti del Magalini, chiarisce di non aver nulla a che fare con questo non meglio definito "Comitato". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Magalini, replica dell'Ulss 9: «Posti letto disponibili in Terapia Intensiva»

VeronaSera è in caricamento