Salute Borgo Roma / Piazzale Ludovico Antonio Scuro

Open day all'ospedale di borgo Roma per ricevere i nuovi donatori di midollo

Durante Match It Now, la settimana nazionale dedicata alla donazione del midollo osseo e delle cellule staminali emopoietiche, si potranno ottenere informazioni e risposte e sarà possibile richiedere l’iscrizione all'IBMDR

Immagine generica

Porte aperte per chi desidera diventare donatore di cellule staminali emopoietiche all’ospedale Borgo Roma di Verona (Medicina trasfusionale) da oggi, lunedì 23 settembre, a venerdì 27, dalle 8 alle 18: si potranno ottenere informazioni e risposte e sarà possibile richiedere l’iscrizione al Registro Italiano Donatori di Midollo Osseo (IBMDR): questa è una delle numerose iniziative, a Verona come in tutta Italia (dove le piazze coinvolte in eventi informativi e di sensibilizzazione sono 180), che rientra in Match It Now, la settimana nazionale dedicata alla donazione del midollo osseo e delle cellule staminali emopoietiche promosso da Centro Nazionale Trapianti, Centro Nazionale Sangue, Registro Italiano Donatori di Midollo Osseo IBMDR, dalla Federazione ADOCES e dalla Federazione ADMO e l’associazione Adisco.

L’obiettivo è informare correttamente e sensibilizzare i giovani tra i 18 e i 35 anni sulla donazione del midollo osseo e delle cellule staminali emopoietiche: in 180 piazze italiane, volontari, medici e personale sanitario scenderanno in campo per trasmettere l’importanza della donazione e per fornire il primo screening necessario all’iscrizione nel Registro Italiano Donatori di Midollo Osseo IBMDR, l'istituzione pubblica del Servizio Sanitario Nazionale con sede all'ospedale Galliera di Genova. L’iniziativa è patrocinata dal CONI - Comitato Olimpico Nazionale Italiano e dal Ministero della Salute.

Verona è punto di riferimento per la rete donazionale e trapiantologica nazionale di cellule staminali emopoietiche: Verona infatti è sede del Registro Donatori IBMDR della Regione del Veneto, coordina tutte le attività del Centri donatori provinciali ed è un fiore all'occhiello del Servizio Sanitario regionale e nazionale. Oltre che alla gestione del Registro, il Dipartimento di Medicina Trasfusionale effettua anche l'attività di prelievo delle cellule staminali emopoietiche (la più recente procedura di raccolta). Il Centro Trapianti Midollo Osseo è riferimento per i trapianti allogenici di Veneto, Trento e anche di fuori regione.

DONATORI E TRAPIANTI IN VENETO - L’ematologo Fabio Benedetti, responsabile del Centro Trapianti Midollo Osseo dell'ospedale Borgo Roma di Verona ha illustrato l’attività di trapianto degli ultimi due anni: nel 2018 sono stati 84 i trapianti autologhi (reinfusione delle cellule staminali emopoietiche del paziente) e 60 quelli allogenici (da donatore). Ogni anno vengono eseguiti in Italia circa 900 trapianti di midollo osseo (o cellule staminali emopoietiche) da donatore volontario iscritto al Registro IBMDR. Il Servizio Sanitario Nazionale si fa carico di tutti i pazienti che necessitano del trapianto di cellule staminali emopoietiche: quando una persona si ammala di leucemia o di altre patologie emato - oncologiche viene preso in carico da un Centro Ematologico che predispone un piano terapeutico e una delle diverse terapie può essere il trapianto. Per il trapianto di cellule staminali emopoietiche, qualora il medico curante lo ritenesse necessario, si cerca il donatore familiare o si attiva la ricerca presso il Registro IBMDR che, qualora non trovasse un donatore fra i propri iscritti, avvia la ricerca internazionale. I Registri donatori nel mondo sono collegati in rete e mettono a disposizione di tutti i pazienti i propri iscritti.
Il Centro di Verona identifica in media in 2 - 3 settimane il donatore volontario.
La priorità sono tutti i pazienti in attesa di trapianto
: il Registro Italiano Donatori Midollo Osseo in Veneto conta 64.595 donatori iscritti e quelli effettivi (che hanno già donato) sono 864, ciò significa che 1 donatore su 74 è giunto alla donazione. Se si paragonano i dati veneti con quelli di altre regioni, ad esempio quelli dell'Emilia Romagna, dove avviene maggiormente il reclutamento di donatori nelle piazze a seguito di appelli, su 57.163 iscritti, 361 sono giunti alla donazione, ovvero 1 donatore su 158 (dati pubblici e disponibili sul sito dell’IBMDR): questo dimostra che chi si iscrive al Registro sull’onda emozionale dell’appello sviluppa una più debole consapevolezza rispetto all’importanza del proprio gesto e, se chiamato alla donazione, con più frequenza rinuncia. Viene raccomandata infatti una maggiore selezione del donatore che deve essere veramente consapevole dell'importanza del proprio gesto, selezione che è resa più difficoltosa se avviene con il reclutamento nelle piazze.

LA DONAZIONE È TUTTO L'ANNO - In Veneto da sabato 21 a domenica 29 settembre saranno messe in campo oltre una ventina di iniziative di sensibilizzazione in tutte le provincie (l’elenco è su www.matchitnow.it), ma è importante ricordare che l’attenzione alla donazione deve essere costante tutto l’anno. Per questo ADoCeS Veneto (Associazioni donatori cellule staminali) lo scorso gennaio con il finanziamento della Regione del Veneto ha dato avvio ad un nuovo progetto di informazione e sensibilizzazione.

RIEPILOGO DATI (Fonte IBMDR e CNS al 31.12.2018)

Italia:

  • 416.852 iscritti al Registro italiano donatori IBMDR;
  • 4.021 trapianti eseguiti con donatori italiani; 
  • ogni anno vengono attivate mediamente 1.700 ricerche per italiani e circa 1500 per esteri;
  • nei prossimi 10 anni usciranno dal Registro per raggiunti limiti di età 120.000 iscritti;
  • 36.370 unità conservate nelle banche Sangue Cordone Ombelicale italiane (dati CNS);
  • 1.512 unità di sangue cordonale inviate per trapianto;
  • 182 trapianti eseguiti con raccolte "dedicate" di sangue cordonale per pazienti o familiari. 

Veneto:

  • 64.595 iscritti al Registro IBMDR;
  • 864 donatori effettivi; trapianti eseguiti al CTMO Verona: nel 2017 52 autologhi e 50 da donatore, nel 2018 84 autologhi e 60 da donatore
  • 3.706 unità di sangue cordonale conservate nelle 3 banche di Padova, Treviso, Verona
  • 149 unità di sangue cordonale inviate per trapianto. 
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Open day all'ospedale di borgo Roma per ricevere i nuovi donatori di midollo

VeronaSera è in caricamento