rotate-mobile
Salute Negrar / Via Don Angelo Fasoli

Metastasi alla colonna vertebrale: paziente curato con la radioterapia a Negrar

Si tratta della prima persona in Europa che si è potuta avvalere di questa tecnica innovativa, in possesso dell'ospedale Sacro Cuore Don Calabria che ha acquisito il “Novalis-Elements Spine SRS”

È stato trattato al “Sacro Cuore Don Calabria” il primo paziente in Europa che ha potuto avvalersi di un innovativo sistema di radioterapia per la cura delle metastasi alla colonna vertebrale.
Dall'aprile scorso l'ospedale di Negrar ha infatti acquisito “Novalis-Elements Spine SRS”, un sistema integrato all'acceleratore lineare, che apre nuove prospettive terapeutiche per pazienti altrimenti candidabili solo a un trattamento palliativo. Con l'applicazione di alte dosi di radiazioni mirate con precisione millimetrica esclusivamente sulla lesione tumorale da colpire, preservando il midollo spinale, la Radioterapia si comporta come il bisturi del neurochirurgo, ma in maniera totalmente non invasiva.
L'obiettivo è un’azione radicale sulla metastasi, con risultati positivi non solo sull’eliminazione o riduzione del sintomo dolore e sulla prevenzione dei cedimenti vertebrali, come avviene con la radioterapia tradizionale. Ma mirando allo spegnimento del focolaio di malattia a livello della colonna vertebrale, il nuovo trattamento può incidere sul prolungamento della sopravvivenza del paziente con patologia oncologica avanzata. Finora sono stati sottoposti alla cura dieci pazienti. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Metastasi alla colonna vertebrale: paziente curato con la radioterapia a Negrar

VeronaSera è in caricamento