Autoanalisi della glicemia e questionari sul rischio-diabete ai militari di Villafranca

Per la Giornata mondiale della lotta al diabete Farmacisti di Federfarma Verona, medici dell’AOUI e personale sanitario dell’Aeronautica Militare al 3° Stormo di Villafranca con il Comandante Col. Francesco De Simone

Giornata mondiale diabete al 3° stormo Villafranca di Verona

Si è svolto questa mattina presso il Comando del 3° Stormo di Villafranca un incontro organizzato da Federfarma Verona in collaborazione con i medici dell’Azienda Ospedaliera Universitaria di Verona insieme al personale medico e infermieristico dell’Aeronautica Militare, rivolto al personale del Reparto e focalizzato su prevenzione, diagnosi precoce e cura del diabete.

La Giornata Mondiale della lotta al Diabete che si celebra oggi è stata l’occasione per approfondire una patologia così diffusa e subdola che colpisce l’organismo senza dare a lungo segnali evidenti. Per questo motivo è quanto mai necessario che tutti eseguano i semplici test di autoanalisi come quelli proposti in questa mattinata di sensibilizzazione ai militari di Villafranca. Controlli periodici e la correzione di stili di vita inadeguati, ma ormai tipici della nostra società, sono in grado di allontanare lo spettro di quella che viene definita la “malattia del benessere”.

L’appuntamento presso l’aeroporto militare di Villafranca ha visto gli interventi del Comandate Col. A.A.r.a.n. Francesco De Simone che ha accolto e salutato la platea, del presidente di Federfarma Verona Marco Bacchini, del Ten. Col. Alessandro Pisano medico del 3° Stormo, della vicepresidente di Federfarma Verona Nadia Segala e di Maddalena Trombetta del Dipartimento di Diabetologia dell’Azienda Universitaria Integrata di Verona.

Al termine del convegno nelle postazioni allestite per l’occasione, i militari si sono sottoposti in maniera volontaria all’autotest della glicemia e sono stati inviati dal pool di farmacisti di Federfarma Verona insieme al personale sanitario dell’Aeronautica militare a rispondere alle domande di un questionario anonimo (Diabetes Risk Score-DRS) appositamente studiato per mettere in luce l’eventuale rischio di contrarre il diabete nei prossimi dieci anni.

«Ho accolto con molto entusiasmo la proposta del presidente Bacchini di organizzare questa giornata di informazione e prevenzione presso il 3° Stormo – ha dichiarato il Colonnello De Simone – innanzitutto, perché si tratta di migliorare e tutelare la salute e, quindi, l’efficienza fisica del personale di un reparto dell’Aeronautica Militare che esprime la logistica di proiezione ed è costantemente impiegato in Italia e all’estero nell’ambito di esercitazioni e operazioni condotte sotto l’egida di coalizioni internazionali. E poi, questo evento consolida la collaborazione avviata con Federfarma Verona qualche mese fa, quando una rappresentanza di personale del 3° Stormo ha preso parte alla giornata nazionale della raccolta del farmaco, e che vedrà ancora la nostra presenza al loro fianco il prossimo 20 novembre per l’iniziativa “In farmacia per i bambini” in due farmacie di Verona e in una di Villafranca».

«Molte sono le iniziative ideate e realizzate da Federfarma nazionale e Federfarma Verona in occasione della Giornata Mondiale del diabete, giornata questa che svolge il compito di cassa di risonanza per porre l'attenzione su una patologia così diffusa, ma anche sottovalutata e a volte non conosciuta, anche perché soprattutto nelle prime fasi, è quasi completamente asintomatica, quindi non percepita - spiega Marco Bacchini, presidente di Federfarma Verona -. L’appuntamento odierno a Villafranca, che si inserisce in un percorso di collaborazione tra Federfarma Verona e il 3° Stormo, è l’ultima tappa di un programma iniziato cinque anni fa quando, sempre il 14 novembre, ci recammo al Comando provinciale dei Vigili del Fuoco proseguendo poi presso la  Questura di Verona, il Comando provinciale dei Carabinieri e il Comando della Guardia di Finanza come riconoscimento simbolico da parte di Federfarma alle Istituzioni che lavorano quotidianamente per la sicurezza del nostro territorio. Ringrazio il Colonnello De Simone per aver contribuito alla realizzazione di questo evento che denota da parte sua particolare attenzione alla prevenzione sanitaria».

«È molto importante sia nella prevenzione del diabete di tipo 2 che nella gestione della malattia un’alimentazione corretta e bilanciata – ha sottolineato Nadia Segala, vicepresidente di Federfarma Verona -. Altrettanto importante l’abitudine nella vita quotidiana è l’attività fisica anche moderata, ma costante, come una passeggiata di buon passo, una nuotata, oppure semplici accorgimenti come fare a piedi le scale o parcheggiare la macchina più lontano. Questo perché l’attività fisica migliora la circolazione e, come alcune medicine che si usano, migliora la sensibilità del tessuto muscolare all’insulina. Insomma prevenire e curare il diabete può e deve essere un’occasione per migliorare la qualità della vita».

Intanto prosegue fino a sabato 16 novembre presso le farmacie veronesi la campagna “DiaDay 2019” a cura di Federfarma che quest’anno è incentrata sull’aderenza alla terapia della persona affetta da diabete, analizzando in quale misura il paziente assuma correttamente i farmaci nel modo, nel tempo, nella posologia e intervenendo da parte del farmacista, laddove necessario, con suggerimenti per migliorare la compliance, nell’ambito della quale è fondamentale anche l’adozione di uno stile di vita coerente con la patologia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, come cambiano le regole a Verona per il Ponte dell'Immacolata

  • Bozza Dpcm: coprifuoco Natale e Capodanno (rafforzato), sì pranzi ristorante in zona gialla

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 4 all'8 dicembre 2020

  • In sella alla moto sbatte contro un'auto a Pizzoletta e perde la vita

  • Covid-19, in Veneto 107 decessi in 24 ore. 27 tra Verona e provincia

  • Un hotel extra lusso nel cuore di Verona al posto degli ex uffici Unicredit

Torna su
VeronaSera è in caricamento