menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ospedale di Borgo Roma a Verona

Ospedale di Borgo Roma a Verona

Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

Risposte incoraggianti dal candidato vaccino che si sperimenta anche al policlinico di Borgo Roma: «Induce risposta immunitaria nei soggetti sani tra i 18 e i 55 anni». La Fase 1 ora avanza nei soggetti tra i 65 e gli 85 anni: «Entro la fine dell’anno i primi risultati dello studio»

ReiThera Srl, azienda biotech impegnata nello sviluppo tecnologico e nella traslazione clinica di vaccini genetici e medicinali per terapie avanzate, ha comunicato oggi, matedì 24 novembre, un aggiornamento sullo studio clinico di Fase 1 del suo candidato vaccino (GRAdCOV2) contro il nuovo coronavirus (SARS-CoV-2). Lo studio è attualmente in corso anche all'ospedale universitario G.B. Rossi di Verona, con sede nel quartiere di Borgo Roma, ed è stato disegnato e condotto in collaborazione con l’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani di Roma

Virus: tutto quello che c'è da sapere su GRAd-COV2, il primo vaccino italiano made in Verona

ReiThera Srl ha dichiarato che la sperimentazione sta procedendo secondo le tempistiche previste e che la somministrazione del vaccino e la valutazione iniziale sul primo gruppo di volontari sani di età compresa tra 18 e 55 anni «è stata completata positivamente». I risultati preliminari riguardanti questo gruppo, che è stato suddiviso in 3 sotto-gruppi di 15 soggetti ciascuno per valutare diverse dosi di vaccino, hanno mostrato che il GRAd-COV2 è stato «ben tollerato» e ha generato «a tutte e tre le dosi testate anticorpi che si legano alla proteina spike del virus oltre a linfociti T specifici». La sperimentazione prosegue per indagare le risposte al GRAd-COV2 nei tre nuovi sotto-gruppi, composti da soggetti in buona salute di età compresa tra i 65 e gli 85 anni.

I risultati dello studio dovrebbero consentire la selezione della dose di vaccino per ulteriori sperimentazioni cliniche di Fase 2 e 3. «Stiamo facendo progressi nella Fase 1 di sperimentazione del GRAd-COV2 e abbiamo completato la prima parte esattamente come pianificato. I primi risultati mostrano come, nei soggetti più giovani, il nostro candidato vaccino è ben tollerato ed è in grado di stimolare risposte immunitarie contro il SARSCoV-2. Tale risultato ci ha consentito di passare alla vaccinazione dei soggetti più anziani», ha detto l’Amministratore delegato di ReiThera, Antonella Folgori che poi ha aggiunto: «L’arruolamento dei volontari più anziani sta procedendo come previsto e prevediamo di comunicare entro la fine dell’anno i primi risultati dello studio insieme al piano per studi internazionali più ampi».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Veneto in area "rosso scuro" per l'Europa. Zaia: «Dati fuorvianti»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento