Rientro a scuola. Precauzioni, sintomi e tamponi per gli studenti: cosa c'è da sapere

Cosa fare se ci sono sintomi sospetti, quando è previsto l'isolamento domiciliare?

studenti con mascherina a scuola - foto Ansa via Today.it

Lunedì si torna in classe. L’Azienda Ulss 9 Scaligera ha comunicato agli uffici scolastici i nominativi e i recapiti telefonici dei Referenti Covid-19 per la scuola individuati all’interno del Servizio Igiene e Sanità Pubblica - Dipartimento di Prevenzione, che hanno il compito di interfacciarsi con il Dirigente o i referenti scolastici per la gestione dei casi di sospetto Covid-19 rilevati nelle istituzioni scolastiche e nei servizi educativi dell’infanzia. Per fare chiarezza rispetto a dubbi e interrogativi di carattere sanitario, l’Azienda Ulss 9, ha predisposto sui vari strumenti a disposizione, sito web e social network in primis, le informazioni utili, le FAQ e le indicazioni da seguire per studenti, famiglie e personale scolastico.

Scarica il depliant linee guida per il ritorno a scuola

«Se durante l’attività scolastica, - precisa il referente medico del Sisp - uno studente presentasse sintomi sospetti per Covid-19, quali ad esempio tosse e febbre oltre i 37.5°, i genitori vengono subito avvisati dall’istituto al fine di avvertire tempestivamente il pediatra o il medico curante per la valutazione clinica del caso e l’eventuale effettuazione di tampone naso faringeo per la ricerca di Sars-CoV2. Se il tampone risulta positivo, il medico curante invierà la scheda di segnalazione di caso accertato al Servizio Igiene e Sanità Pubblica che avvierà l’indagine epidemiologica e le attività di contact tracing e disporre l’isolamento domiciliare fiduciario dello studente e dei contatti stretti. Al termine dell’isolamento domiciliare di 14 giorni, è prevista l’effettuazione di due tamponi consecutivi, a distanza di almeno 24 ore l’uno dall’altro. Se entrambi risultano negativi lo studente potrà definirsi guarito, altrimenti proseguirà l'isolamento».

In base a quanto riferito dalla stessa Ulss 9 Scaligera, «lo studente potrà rientrare a scuola solo dopo la guarigione clinica, ovvero la totale assenza di sintomi, e l’esito negativo dei due tamponi, con l’attestazione rilasciata dal medico curante». Se invece uno studente presenta sintomi sospetti e il tampone risulta negativo, dopo la guarigione clinica «l’alunno potrà rientrare a scuola con l’attestazione di conclusione del percorso diagnostico redatta dal pediatra o dal medico di medicina generale». In presenza di situazioni cliniche non riconducibili a Covid-19 per il rientro a scuola, «la famiglia fornirà un'autocertificazione scaricabile dal sito dell'Ulss 9». Se ad avere sintomi è un docente o chiunque del personale scolastico, «è prevista la medesima procedura: attraverso il medico di famiglia e l’Ulss per rintracciare i contatti stretti e decidere le eventuali quarantene e rientro a scuola dopo guarigione clinica e doppio tampone negativo».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per affrontare la situazione nello spirito della collaborazione, da lunedì è operativo un tavolo di lavoro rappresentativo di Comuni, scuola, Provincia e Atv che potrà agevolare l’organizzazione della vita scolastica lavorando da subito sugli orari e sul trasporto scolastico. Continua intanto lo screening volontario del personale docente e non, oltre 11 mila i test rapidi già effettuati nel Veronese. Anche questo fine settimana sono in programma sedute straordinarie presso il Centro Polifunzionale di Bussolengo, dalle ore 14 alle 18. Il Direttore Generale dell’Ulss 9 Scaligera Pietro Girardi coglie inoltre l’occasione per ricordare le dovute necessarie precauzioni: il lavaggio frequente delle mani o l’uso di soluzioni disinfettanti, il distanziamento di almeno un metro e l’uso corretto delle mascherine, da parte del personale scolastico, delle famiglie e degli studenti.

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A Verona un nuovo decesso e altri 35 casi positivi: tutti i Comuni di appartenenza

  • Nel Veronese sono 29 i nuovi casi positivi e 1.808 gli isolati: tutti i Comuni di riferimento

  • Due classi chiuse per casi positivi al virus nel Veronese: «Rispettate le precauzioni»

  • Elezioni regionali, suppletive e referendum costituzionale: seggi aperti in Veneto

  • Picchiata dal marito: luna di miele da incubo per una sposa veronese

  • Nuovi 40 casi positivi al virus nel Veronese e 1.987 gli isolati: tutti i Comuni di riferimento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento