Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Politica Centro storico / Piazza Bra

Ztl e polemiche, Traguardi: «Verona è una delle poche città con centro storico quasi completamente carrabile»

«Non è possibile proseguire con questa gestione contraddittoria che prevede, da un lato, l'aumento dei plateatici e, dall'altro, l'apertura incontrollata della Ztl», affermano Tommaso Ferrari e Pietro Trincanato

«I mesi estivi potevano essere l'occasione per intraprendere l'esperimento di liberare dalle auto le vie del centro storico, magari a rotazione e in maniera temporanea, come suggerito da Traguardi, con l'obiettivo di sostenere i ristoratori – che possono così apparecchiare i tavolini all'aperto e servire il pranzo in tranquillità – e la possibilità di offrire maggiori spazi per spettacoli e iniziative a favore dei turisti e dei cittadini. Apprendiamo, invece, che anche l'intenzione di pedonalizzare via Ponte Pietra è rimasta solo un proclama, come qualsiasi altro provvedimento regolatorio della viabilità in centro storico». Lo affermano in una nota il consigliere comunale Tommaso Ferrari ed il  presidente di Traguardi Pietro Trincanato.

Gli stessi esponenti veronesi di Traguardi poi aggiungono: «Viabilità che, fra l'altro, in questo periodo è messa alla prova dal cantiere per la sistemazione di Ponte Nuovo, che interessa anche piazza Viviani, con gli stessi flussi di traffico di prima in Ztl che creano ingorghi e disagi specialmente nella zona di attraversamento tra le Arche Scaligere e corso Santa Anastasia. E con l'eventuale estensione della finestra di accesso alla Ztl, - affermano Tommaso Ferrari Pietro Trincanato - la situazione non potrà che peggiorare per chi vive e lavora all'interno dell'ansa dell'Adige».

Da queste riflessioni la sconsolata conclusione dei due esponenti di Traguardi: «Verona si conferma una delle poche città con un centro storico quasi completamente carrabile, compresa piazza Erbe, cuore della città antica, dove tuttora si assiste alla sosta selvaggia. Non è possibile proseguire con questa gestione contraddittoria che prevede, da un lato, l'aumento dei plateatici e, dall'altro, l'apertura incontrollata della Ztl. Serve un piano complessivo della mobilità in centro storico, - concludono Tommaso Ferrari Pietro Trincanato - che preveda anche delle convenzioni con i parcheggi limitrofi».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ztl e polemiche, Traguardi: «Verona è una delle poche città con centro storico quasi completamente carrabile»

VeronaSera è in caricamento