Salvini lancia il terzo mandato in regione di Zaia. «Cardine è l'autonomia»

Sia il leader della Lega che il presidente regionale però non parlano di campagna elettorale e polemizzano col Governo sulle date delle elezioni

 

Non lo è stato nella forma, ma in parte lo è stato nella sostanza. Non lo è stato a parola, ma in parte lo è stato nei fatti. Il leader della Lega Matteo Salvini ha lanciato la campagna elettorale del presidente del Veneto Luca Zaia, il quale si ripresenta per ottenere dagli elettori un terzo mandato. Lo ha fatto ieri, 15 giugno, in un incontro aperto ai sostenitori e alla stampa all'osteria Al Borgo, di via Longhena, a Verona. Ma non lo ha fatto a parole, perché sia Salvini e sia Zaia hanno polemizzato col Governo sul fatto che ancora non è stata fissata una data per le elezioni regionali, slittate insieme a quelle amministrative e a quelle del referendum costituzionale a causa dell'emergenza coronavirus. «Non lancio nessuna campagna elettorale perché si lanciano quando ci sono le date», ha detto Zaia. Mentre il leader del Carroccio è sicuro che la campagna elettorale sarà una pura formalità. Per Salvini, è scontato che Zaia sarà riconfermato. «Parlano i fatti», ha detto Salvini, il quale ha anche aggiunto quale deve essere il coagulante che deve tenere assieme tutte le liste che sosterranno la candidatura di Luca Zaia: «L'autonomia era e rimane un cardine per l'amministrazione sia a livello locale sia per il progetto Lega a livello nazionale. Quindi chiunque voglia accostare la sua faccia e il suo simbolo a quelli di Zaia e della Lega dovrà firmare un impegno affinché l'autonomia diventi realtà».

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeronaSera è in caricamento