menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Zaia, parte da Fieracavalli la conquista del Veneto

Zaia, parte da Fieracavalli la conquista del Veneto

Zaia, parte da Fieracavalli la conquista del Veneto

Prove tecniche di primarie leghiste in viale del Lavoro: Tosi silurato

Tutti a Fieracavalli, come se i destini del mondo si decidessero tra gli stand di viale del Lavoro. Città ferma, attività amministrativa ridotta al lumicino, questa mattina, per l’inaugurazione della fiera più antica della città, affidata al ministro dell’Agricoltura Luca Zaia.

Il nome intorno al quale in questi giorni gira il futuro della Regione, di palazzo Barbieri, perfino del governo Berlusconi. E sul quale i vertici leghisti hanno deciso di puntare. Perchè all’interno della Lega si è aperta una specie di “resa dei conti”, dove a farne le spese pare essere proprio Flavio Tosi.

La colpa del sindaco? Essere troppo ingombrante, forse, e di sicuro non molto ben visto dalla fortissima anima trevigiana della Lega, quella per capirci guidata da Giampaolo Gobbo, sponsor numero uno di Luca Zaia. Stamattina in fiera la Lega ha messo in fila i suoi tre assi, visto che con Zaia e Tosi c’era anche Francesca Martini, ma l’impressione è che la scelta sia già stata fatta: se il Veneto parlerà leghista, il candidato sarà Luca Zaia.

Resta da vedere cosa vorrà fare Giancarlo Galan. Il tormentone, che doveva concludersi oggi con il vertice decisivo del Pdl, pare invece avere una coda. L’unica cosa certa, per ora, è che non passa giorno senza che il governatore uscente incassi la simpatia, e la promessa di alleanze di ferro, da parte di qualcuno.

Prima l’Udc, ora anche Francesco Rutelli, abbandonato in fretta e furia il Pd per chiedere asilo politico sotto le insegne del grande centro, non ha nascosto l’intenzione di appoggiare Galan. A un patto, naturalmente: e cioè solo se il doge saprà “liberarsi della Lega”.


Cosa che Galan sembra avere intenzione di fare. Con tutte le conseguenze che ne derivano. Intanto, senza andar lontani, in terza Circoscrizione Lega e Pdl hanno già cominciato a litigare. Che succederà a palazzo Barbieri?

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento