Giovedì, 13 Maggio 2021
Politica Chievo / Piazza Chievo

Riparte la campagna del Pd per rendere operativo il "Vigile di Quartiere"

L'obiettivo è presidiare il territorio per far fronte ad atti di vandalismo, furti nelle abitazioni e problemi legati alla prostituzione

Dalla Terza Circoscrizione – territorio salito agli onori delle cronache anche in queste settimane per episodi di vandalismo e prostituzione - riparte la campagna del Pd per rendere rendere effettivo l’istituto del Vigile di Quartiere. “La figura del Vigile di Quartiere è già prevista da anni – ricordano i consiglieri della Terza Matteo Dalai, Carollo, Lugoboni, Olivieri e Agnoli – ciò di cui molti cittadini continuano a lamentare la mancanza è un impiego incisivo e visibile di unità di polizia locale che funzionino anche come deterrente rispetto a problemi vecchi e nuovi quali prostituzione, furti nelle abitazioni e atti di vandalismo spesso gratuiti, come ne abbiamo visti tanti anche ultimamente in parchi pubblici, ciclabili e impianti sportivi".

La capogruppo Pd in Comune Carla Padovani e il consigliere comunale Federico Benini ricordano che “proprio su impulso della Terza Circoscrizione, che aveva aderito a larghissima maggioranza e in maniera bipartisan alla mozione proposta (come successo poi anche nelle altre circoscrizioni), la questione del Vigile di Quartiere era stata portata all’attenzione della competente commissione comunale nella scorsa amministrazione, dove, pur ricevendo ampi apprezzamenti, si era purtroppo arenata, scavalcata da altre contingenze politiche. Il nostro impegno, ora, è di portare la questione direttamente all’attenzione del Consiglio comunale con una mozione impegnativa per la giunta attraverso la quale intendiamo verificare la reale intenzione delle varie forze politiche”.

L’idea di fondo è di assicurare ad almeno ogni Circoscrizione un presidio quotidiano costante attraverso una auto-pattuglia anche negli orari notturni. Il decreto del Ministro Madia, che ha permesso assunzioni di vigili ai Comuni virtuosi, permette e favorisce soluzioni di questo tipo: «La città deve fare la sua scelta - concludono i consiglieri - su come organizzare la sicurezza (reale e percepita) nei quartieri».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riparte la campagna del Pd per rendere operativo il "Vigile di Quartiere"

VeronaSera è in caricamento