Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Politica Centro storico / Piazza Brà

Tosi: "Il centrodestra deve essere l'alternativa per chi non si riconosce in Renzi"

Il sindaco scaligero è intervenuto ad un convegno sul futuro del centro destra organizzato a Verona dalla sua fondazione "Ricostruiamo il Paese" e il Club Forza Silvio

"La formula del ’94 è stata vincente e da allora in avanti è riuscita a vincere ancora. È il modello che va dal centro a destra". Con queste parole si è espresso Flavio Tosi al convegno organizzato a Verona da "Ricostruiamo il Paese", la sua fondazione, e il Club Forza Silvio sul futuro del centro destra. Il primo cittadino scaligero ha spiegato poi, a chi gli chiedeva se utilizzare i concetti più radicali fosse la scelta giusta per i partiti di tale area, che "il centrodestra è un’alleanza formata da movimenti di centro e di destra assieme. Quindi, chi rappresenta la destra va a raccogliere la sensibilità di quell’elettorato e chi è al centro fa lo stesso. Il modello del 1994 rappresenta la sintesi politica più efficace". 

Il sindaco veronese, che oggi ha incontrato alcuni elementi di spicco del centrodestra tra cui Raffaele Fitto e Renato Brunetta, ha poi proseguito dicendo: "Che ci possa essere una competizione anche positiva all’interno del centro destra è anche normale. Detto questo bisogna essere soprattutto competitivi e antagonisti rispetto a Renzi e al centrosinistra. Il centrodestra a livello nazionale deve fare questo. In Veneto questo c’è già, come anche in Lombardia, con uno schieramento uniforme delle forze di centrodestra. Bisogna che a livello nazionale si riproponga lo stesso schema. Un modello per dare la speranza e l’alternativa agli italiani che non si riconoscono in Matteo Renzi di poter credere in qualcosa di diverso, di liberale, di popolare. Abbiamo milioni di elettori di centrodestra che non vanno più a votare e dobbiamo tornare a rappresentarli".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tosi: "Il centrodestra deve essere l'alternativa per chi non si riconosce in Renzi"

VeronaSera è in caricamento