menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Sala Gozzi, dove si riunisce il consiglio comunale

Sala Gozzi, dove si riunisce il consiglio comunale

Salta anche l'ultimo consiglio comunale, la maggioranza grida al golpe

Ma il PD replica: "Prova di debolezza di un sindaco dalla maggioranza sbrindellata". E il candidato sindaco Bertucco aggiunge: "Convocare l'assise sarebbe stata una presa in giro"

Oggi, 26 aprile, è l'ultimo giorno dei dieci anni di amministrazione Tosi. Da domani gli organi politici non potranno più prendere decisioni importanti, che spetteranno alla prossima amministrazione. Solo ordinaria amministrazione e proposte che hanno una scadenza improrogabile. A tutto il resto ci penseranno i prossimi consiglieri comunali, assessori e sindaco.

Oggi quindi sarebbe stato il giorno ideale per prendere le ultime votazioni decisive del consiglio comunale, ma l'assise non è stata convocata. Lo stallo nella conferenza dei capigruppo ha bloccato la variante 23 al piano degli interventi e l'assessore all'urbanistica Caleffi ha gridato al golpe, perché la minoranza ha stoppato, a suo dire, dei provvedimenti utili per i cittadini. Il PD però non vuole sentir parlare di golpe e chiede alla maggioranza di prendersi le sue responsabilità. "Quando i rapporti di forza sono in stallo, come nel caso della conferenza dei capigruppo, l'unica cosa da fare è cercare la mediazione, la discussione, il confronto. Lo stesso confronto che sulla variante 22 ha permesso di approvare, nei tempi scelti dall'amministrazione, un buon dispositivo - scrivono i consiglieri Luigi Ugoli ed Eugenio Bertolotti - Perché dunque l'amministrazione non ha scelto lo stesso percorso anche sulla variante 23 e sul project Arsenale? Più che una prova di forza, quella del sindaco è stata una prova di debolezza, l'ultimo tentativo di tenere insieme una maggioranza ormai sbrindellata".

"A fronte della distruttiva politica urbanistica perpetrata dalle due amministrazione Tosi, mai e poi mai si sarebbe potuto accettare di votare su ulteriori delicate proposte urbanistiche senza i necessari approfondimenti in commissione - ha aggiunto il candidato sindaco Michele Bertucco - Sarebbe stata una presa in giro del Consiglio comunale. L'unica cosa di cui sindaco e assessore si possono dolere è di non avere più la maggioranza".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    CBD: benefici e controindicazioni

  • Benessere

    Tremolio all’occhio, perché e come evitarlo

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento