Barriere architettoniche, Croce attacca: "Verona non è una città a misura di disabile"

"Verona per i non vedenti ed in genere per i portatori di handicap è un percorso ad ostacoli - spiega Michele Croce di Verona Pulita - Le barriere architettoniche non facilitano gli spostamenti e purtroppo danno la concreta sensazione di un centro arretrato ed obsoleto"

Nella giornata odierna, sabato 29 aprile, alle ore 11.00 presso il gazebo di Verona Pulita in Piazza Bra si è tenuta una conferenza stampa sulle barriere architettoniche cittadine. Michele Croce ed una delegazione di disabili veronesi hanno evidenziato le tante difficoltà che limitano l'accessibilità ai servizi pubblici comunali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Verona per i non vedenti ed in genere per i portatori di handicap è un percorso ad ostacoli. Le barriere architettoniche non facilitano gli spostamenti e purtroppo danno la concreta sensazione che siamo un centro arretrato ed obsoleto, mentre dovremmo ambire ad essere una capitale europea". Michele Croce, candidato sindaco di Verona Pulita, ha riassunto così il disagio dei disabili, in particolare dei non vedenti, chiarendo che da primo cittadino è nelle sue intenzioni spianare la strada per rendere la città a misura di disabile.

"La città che solo qualche settimana fa si faceva bella a livello internazionale con il Vinitaly e che si appresta ad ospitare i grandi eventi estivi, festival lirico in primis, è di fatto inaccessibile ai portatori di handicap. - prosegue il leader di Verona Pulita - Solo per fare un paio di esempi, mancano le sintesi vocali a bordo ed alle fermate degli autobus, mancano anche le pedane tattili. È chiaro che da Sindaco colmerò queste inefficienze e tuteleremo le fasce deboli. A maggior ragione se a chiedere aiuto sono persone disabili".

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La bella iniziativa del Comune di Bussolengo che favorisce il turismo e andrebbe imitata

  • Coronavirus: in Veneto segnalati +29 casi positivi, a Verona +263 isolamenti in un giorno

  • Coronavirus: a Verona segnalati +20 casi in 24 ore e crescono gli attuali positivi in Veneto

  • Rischio temporali in Veneto anche sul Garda e in Lessinia: l'allerta della protezione civile

  • Nuovi casi positivi al coronavirus nel territorio veronese: tutti i Comuni di appartenenza

  • Si è spento il veronese Alberto Bauli, re del Pandoro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento