Politica Zai / Via Basso Acquar

Verona, "Mandela terrorista assetato di sangue", il consigliere veronese torna in Lega Nord

Niente più espulsione per Francesco Vartolo, 29 anni, della settima Circoscrizione. Anzi. Incassa l'appoggio del segretario Matteo Salvini in contrasto con la decisione del segretario veneto, Flavio Tosi

Aveva scatenato un polverone per le sue dichiarazioni contro Nelson Mandela, a poche ore dalla sua morte. “Un terrorista, belva assetata di sangue bianco”, compariva in un post che aveva pubblicato su Facebook. Il leghista Francesco Vartolo, consigliere in settima Circoscrizione, era finito per un paio di giorni nella bufera mediatica. In molti avevano chiesto le sue dimissioni. Il sindaco Flavio Tosi, anche segretario della Lega Nord in Veneto, aveva annunciato il provvedimento di espulsione per lui. Una decisione che, a quanto pare, è stata revocata.

vartolo-mandelaVartolo è tornato a sedersi nel parlamentino scaligero martedì sera, nuovamente da esponente padano. Il reintegro è avvenuto qualche settimana fa, dopo aver vinto il ricorso presentato al comitato disciplinare presieduto da Umberto Bossi. Niente più “espulso” ma solo “sospeso” per sei mesi. Era stato cacciato a dicembre, dopo le affermazioni sul suo profilo Facebook: "Finalmente il terrorista Mandela - aveva scritto - belva assetata di sangue bianco trasformato in eroe dalla propaganda mondialista, si troverà di fronte a tutta la gente che ha fatto ammazzare". "Con le bombe nelle chiese o con i copertoni incendiati intorno al collo". Poi si era rivolto agli amici di partito in Lombardia e aveva incassato anche l’appoggio del segretario federale Matteo Salvini. Un fatto che, come spiega il Corriere Veneto, riuscirebbe a far emergere la presunta discordia attualmente in essere tra Tosi e lo stesso erede di Bossi e Maroni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, "Mandela terrorista assetato di sangue", il consigliere veronese torna in Lega Nord

VeronaSera è in caricamento