Martedì, 26 Ottobre 2021
Politica Centro storico / Piazza Brà

L'OPINIONE: Elezioni europee, tra tante battute di mezzo c'è il voto (inutile)

Dal leader del Movimento 5 Stelle Beppe Grillo, passando per il premier Matteo Renzi fino al candidato leghista, il sindaco di Verona, Flavio Tosi: abbiamo sentito di tutto e di più. Dalla lupara bianca a Hitler, da Berlinguer alla Croce verde

Abbiamo sentito di tutto e di più. Dalla lupara bianca a Hitler, da Berlinguer alla Croce verde. Battute a go-go pur di far presa su indecisi e non votanti. Il derby Grillo - Renzi ha assorbito la campagna elettorale, svuotandola tuttavia di contenuti. Vissuta da entrambi come una gara nazionale, nessuno ha capito cosa faranno i loro deputati in Europa (forse neppure loro). Nulla di nuovo, per carità, ma è un segno di una politica che cambia i protagonisti ma forse non la sostanza.

In casa nostra, a Verona e nel Veneto, abbiamo assistito ad una corsa elettorale per certi versi singolare. La squadra del sindaco si è mossa sparpagliata; i più intransigenti hanno chiesto il voto per Flavio Tosi e la Lega Nord. Evitiamo ogni commento sul "modello Verona" che il sindaco vorrebbero esportare a Bruxelles, così come sorvoliamo anche sulla (oramai paradossale) inconciliabilità tra il candidato (Tosi) ed il partito (Lega Nord), semplicemente perchè dicono cose opposte; ma non possiamo fare a meno di evidenziare la INUTILITA' del voto a Flavio Tosi.

Tutti sappiamo che se verrà eletto, Tosi rimarrà sindaco e rinuncerà al seggio europeo. Questo almeno è quello che ha detto pubblicamente. Votare Tosi domenica sarà quindi inutile. Una "speranza" europea tradita. Ci risulta che sia l'unico ad averlo fatto. Neppure i leader nazionali dei partiti, che forse con i loro nomi avrebbe potuto trainare importanti consensi, si sono permessi di fare tanto. Flavio Tosi invece si. Ha fatto bene lui? Hanno sbagliato tutti gli altri? Ognuno è libero di giudicare come meglio crede. Io semplicemente mi permetto di evidenziare che quando un politico chiede fiducia poi dovrebbe ritenersi obbligato a svolgere l'incarico per il quale gli elettori gli hanno dato "fiducia". Sennò viene da pensar male. Ma questo è un altro discorso.

MC

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'OPINIONE: Elezioni europee, tra tante battute di mezzo c'è il voto (inutile)

VeronaSera è in caricamento