rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Politica Centro storico / Piazza Bra

Verona Domani cresce nelle Circoscrizioni: aderiscono 4 nuovi consiglieri

Franco Dusi, Vincenza Fiengo, Alvise Turco e Francesco Centon, si uniscono al movimento fondato da Matteo Gasparato: «La nostra è una scelta chiara, trasparente e assolutamente dettata da motivi amministrativi e concreti»

Franco Dusi, Vincenza Fiengo e Alvise Turco sono i nuovi consiglieri di Verona Domani in Prima Circoscrizione. I tre esponenti, provenienti dal Gruppo Misto, aderiscono al progetto civico del movimento fondato dal presidente del Consorzio Zai Matteo Gasparato. Così come Francesco Centon, figura storica del Parlamentino di Santa Lucia e Golosine, era stato eletto in Lista Tosi.
Ad oggi Verona Domani rappresenta una delle forze politiche più numerose in tutti i parlamentini scaligeri, contando circa una quindicina di amministratori tra presidenti e consiglieri, oltre a 2 rappresentanti in Consiglio Comunale e diversi presidenti e componenti nei Cda di enti municipali.

«Siamo particolarmente lieti di accogliere all’interno del nostro movimento quattro esponenti preparati, con esperienza amministrativa e da sempre particolarmente vicini alla vita dei quartieri e a valori civici che ci accomunano – ha commentato soddisfatto il presidente di Verona Domani Gasparato – Proseguiamo il nostro percorso di crescita all’insegna del civismo, dei valori moderati e della territorialità. Un cammino che ha come unico obiettivo la buona governance dei quartieri della nostra città. Verona Domani si dimostra ancora una volta una forza moderata, dialogante, inclusiva e aggregante. Siamo aperti al dialogo con tutti perché convinti che solamente attraverso scelte, programmi e idee condivise sia possibile ottenere quei risultati che la città di Verona e i suoi cittadini meritano nei prossimi anni. Una scelta, quella dei nuovi consiglieri che ringrazio per la decisione, per la qualità delle loro idee e per il coraggio, che dimostra anche il buon operato dei nostri amministratori».

«La nostra è una scelta chiara, trasparente e assolutamente dettata da motivi amministrativi e concreti, per il bene della collettività e per il buon funzionamento delle Circoscrizioni, non certo da calcoli politici – hanno sottolineato i nuovi consiglieri del gruppo –. Nessuna dietrologia, nè trame segrete, giochi di palazzo o interessi personali. Non ci interessano le etichette politiche, nè contrapposizioni destra-sinistra. Contrapposizioni che poco hanno a che fare in ambiti amministrativi come le assemblee di quartiere che rappresentiamo. Noi siamo convinti di aderire ad un’area civica e moderata. Il nostro passaggio al movimento civico ha l’unico obiettivo di offrire alle nostre circoscrizioni un’amministrazione seria, trasparente e affidabile, aperta ed inclusiva, senza personalismi o appetiti di poltrone. Abbiamo ritenuto che l’azione amministrativa portata avanti in questi anni dagli amministratori di Verona Domani sia stata all’insegna proprio di questi valori. Verona Domani rappresenta quindi per noi un approdo naturale, un ponte reale, e non solo ideale, a garanzia delle nostre istanze civiche».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona Domani cresce nelle Circoscrizioni: aderiscono 4 nuovi consiglieri

VeronaSera è in caricamento