menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Statale 12

Statale 12

Variante alla Statale 12. Bertucco: "Il Comune perde tempo". Tosi: "Disfattista"

Il candidato sindaco: "La vera prassi del sindaco è menare il can per l'aia". Replica il primo cittadino: "Sulle pratiche amministrative, Bertucco dimostra una forte ignoranza"

Restano sempre accesi i toni dello scontro tra il consigliere comunale Michele Bertucco e il sindaco Flavio Tosi. Dopo anni di battaglie, attacchi e repliche in consiglio comunale, cambia il terreno di scontro ma non la sostanza. I due continuano a duellare anche in campagna elettorale dove Michele Bertucco è candidato sindaco e Tosi è candidato come consigliere a sostegno della candidata Patrizia Bisinella.

Argomento dell'ultima polemica è la variante alla Statale 12, vicenda annosa, che l'amministrazione Tosi avrebbe voluto sbloccare con l'insediamento di Ikea a Verona Sud. Il colosso svedese avrebbe finanziato una parte dell'opera che non riguarda solo Verona, ma anche altri comuni del territorio scaligero. "Per anni abbiamo atteso da parte del Comune il terzo tracciato alternativo della variante sulla base dell'ipotesi che a Ikea venga permesso di stabilirsi a Verona e che la stessa possa finanziare la bretellina - scrive Bertucco - Sul più bello che il Comune si decide e mette nero su bianco la proposta scopriamo che l'A4 non sarebbe stata tenuta a dare nessun parere e che bisogna invece aspettare il Ministero. Risultato: solo a marzo e solo su richiesta degli uffici, viene inviato ad Anas, Veneto Strade e Autrostrada Brescia-Padova il progetto di variante completo di tutti gli allegati. Per un'opera promessa come urgentissima ai cittadini di Verona Sud nel lontano 2007 e che negli ultimi mesi è stata surclassata da almeno altre 20 questioni a riprova di dove l'amministrazione tenesse davvero la testa".

"Disfattista", è la replica di Flavio Tosi che sull'argomento specifico della variante alla Statale 12 precisa: "Sulle pratiche amministrative, il consigliere Bertucco dimostra una forte ignoranza. Il Ministero è chiamato ad esprime il proprio parere sulla base della preistruttoria svolta da A4, proprietaria della Tangenziale Sud. Per questo motivo, prima di dare un parere, il Ministero si confronta con Autostrada A4, che rappresenta sul territorio il suo braccio operativo. Così è la prassi, che il consigliere Bertucco dimostra chiaramente di non conoscere".

Di fronte alle parole di Tosi, Bertucco non fa alcun passo indietro e rilancia: "Per quanto riguarda il parere dell'A4 sulla variante alla Statale 12 ribadisco che sono stati loro a menare il can per l'aia per mesi sostenendo di essere in impaziente attesa dello stesso. Sono stati invece gli uffici comunali ad indicare l'incongruenza tra il mancato parere delle Autostrade e le disposizioni contenute nella relativa delibera di giunta. Ed è triste che il sindaco, che è anche un formidabile manager dell'Autostrada Brescia-Padova, non avesse previsto la piega che avrebbe preso l'iter con tutti i rallentamenti del caso. Ancora una volta la vera prassi del sindaco è menare il can per l'aia nei confronti dei veronesi che da anni attendono la variante alla Statale 12".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento