rotate-mobile
Politica Borgo Roma / Strada Statale 12

Soldi delle Olimpiadi per la Variante alla SS 12, opposte critiche alla Regione

Il ministro pentastellato D'Incà attacca l'ente regionale per non aver investito la maggior parte delle risorse nel Bellunese, mentre i parlamentari PD Rotta e D'Arienzo si intestano il merito di aver previsto lo stanziamento per la provincia di Verona

È stata accompagnata da baruffe politiche la decisione presa ieri, 1 febbraio, dalla Regione Veneto sulla ripartizione delle risorse stanziate dal Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili (Mims) per opere necessarie alle Olimpiadi Invernali di Milano-Cortina.
Su 324 milioni assegnati dal Ministero, 81 milioni sono finiti in Veneto e la Regione ha deciso di investire 61 milioni, quindi la maggior parte delle risorse, nella Variante alla Strada Statale 12 da Buttapietra a Verona. Una scelta contestata dal ministro bellunese Federico D'Incà. «Mi chiedo quale sia la necessità della variante ai fini della manifestazione sportiva - ha dichiarato D'Incà - Senza dubbio la comunità di Buttapietra va aiutata per il miglioramento della viabilità e lavorerò in prima persona, ma credo che queste importanti risorse debbano essere impiegate per le aree montane del Bellunese, come la messa in sicurezza della Strada Provinciale 251 della Val di Zoldo a costante rischio chiusura per le frane, e negli altri tratti stradali necessari al raggiungimento delle aree coinvolte o per la viabilità del Comelico».

Le dichiarazioni di D'Incà sono state considerate offensive dall'assessore regionale alle infrastrutture Elisa De Berti. «Negli ultimi cinque anni ho portato nel Bellunese oltre 1 miliardo di euro di investimenti, frutto di un lavoro quotidiano con il territorio e il Ministero a cui faccio riferimento - ha fatto notare l'assessore - La mia è quindi una visione d'insieme dei problemi del Veneto, che guarda all'intera regione e che lavora per portare soluzioni sul territorio nel suo complesso, non certo per una sua parte. Una critica fatta per ripicca da un ministro bellunese che si lamenta del fatto che lo stanziamento non è stato destinato al territorio bellunese, dimostrando quindi non solo una visione limitata ma lanciando accuse che si ritorcono contro la stessa persona che le ha lanciate. A Belluno, poi, abbiamo finanziato la Variante di Longarone e di Cortina e su queste stiamo lottando contro il tempo, non certo grazie all’aiuto del ministro D'Incà che su questo ha finora brillato per assenza. Le risorse non sono esclusivamente per la montagna: le risorse sono per le Olimpiadi e per le sedi in cui si svolgeranno. Indubbiamente Cortina ha la priorità, infatti le ulteriori richieste avanzate dal commissario sono state soddisfatte con l'attribuzione di 20 milioni di euro nella medesima delibera. E il riferimento alla SP 251 della Val di Zoldo è fuori luogo, non avendo l'opera alcun livello di progettazione e non potendo essere quindi finanziata con queste risorse e realizzata entro il 2025, senza tener conto che 61 milioni non sarebbero stati neppure sufficienti. Auspico, infine, che il ministro inizi a darci una mano in modo fattivo per far sì che le risorse arrivino in Veneto».

E mentre un ministro pentastellato contestava l'attribuzione delle risorse olimpiche per la Variante alla Statale 12, una deputata ed un senatore del Partito Democratico se ne attribuivano il merito, come già avevano fatto quando era stato varato il Decreto Olimpiadi. Alessia Rotta e Vincenzo D'Arienzo hanno infatti scritto: «È soltanto grazie al lavoro del PD che la costruzione della variante è stata inserita tra le opere prioritarie del Decreto Olimpiadi Milano-Cortina 2026. La Regione Veneto, infatti, aveva indicato in via prioritaria altre province venete. Noi siamo intervenuti con forza per correggere un imperdonabile errore che avrebbe penalizzato la provincia di Verona. Appaiono dunque singolari le dichiarazioni trionfali della giunta regionale che dovrebbe soltanto chiedere scusa per tutti gli anni persi. Per quanto ci riguarda siamo molto soddisfatti di aver contribuito in modo decisivo a garantire interventi che non solo miglioreranno la viabilità, ma valorizzeranno il territorio sotto ogni punto di vista».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Soldi delle Olimpiadi per la Variante alla SS 12, opposte critiche alla Regione

VeronaSera è in caricamento