menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Valdegmaberi: "Zaia intervenga sui tagli contro i disabili"

Il capogruppo per l'Udc in consiglio regionale contesta l'attuazione dello spending review che costringerebbe le Ulss a ridurre del 5% le risorse del settore

Il capogruppo per l'udc Stefano Valdegamberi si scaglia contro la politica dei tagli. Lo spending review infatti costringerebbe le Ulss ad intaccare i servizi per i disabili riduncendo del 5% le risorse a loro destinate. 

"Lo scorso 24 agosto il segretario generale per la sanità ha scritto una lettera a tutti i soggetti interessati, tra cui le Ulss del Veneto, nella quale trasmette le prime indicazioni operative in applicazione a quanto previsto dal Decreto legge n. 95 del 6 luglio 2012 avente titolo 'Disposizioni urgenti per la revisione della spesa pubblica con invarianza dei servizi ai cittadini', il cosiddetto spending review.

La Giunta Regionale, si legge nella missiva, ha 'ritenuto che venga data  attuazione per l’anno 2012 alle misure di contenimento sull’acquisto di beni e servizi previsti dal decreto legge', operando una rideterminazione dei tetti di spesa. Le disposizioni sullo spending review prevedono la rideterminazione della spesa pubblica senza intaccare la qualità dei servizi. La conseguenza di queste disposizioni è stata che alcune Ulss della nostra regione hanno già iniziato a scrivere, alle associazioni che tutelano i diritti dei disabili, comunicando la riduzione del 5% sui servizi di residenzialità e semiresidenzialità. Una scelta sconcertante che colpisce cittadini deboli, bisogni di assistenza e di sostegno e le loro famiglie già duramente provate da una difficile quotidianità.

Lo 'spending review' prevede l’eliminazione di sprechi nella spesa pubblica, preservando il livello di efficienza dei servizi. Come è possibile raggiungere questo obiettivo tagliando del 5% le risorse destinate ai servizi di residenzialità e semiresidenzialità destinati ai disabili? Nella sua lettera il segretario generale alla sanità preserva dai tagli 'gli acquisti di prestazioni di psichiatria residenziale e semiresidenziale, la residenzialità anziani, gli hospice e le compartecipazioni al personale'. Non potevano essere salvati dai tagli anche i servizi per le residenzialità e semiresidenzialità dei disabili?Questi cittadini sono forse figli di un Dio minore? In che modo questi tagli si conciliano con la recente deliberazione della Giunta regionale che prevede di investire 2 milioni di euro in comunicazione? Zaia e la sua Giunta intervengano subito: eliminino i tagli previsti ai servizi per i disabili. Si può iniziare ad attuare lo spending review evitando di spendere 2 milioni di euro dei cittadini per la propaganda."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento