Politica

Valdegamberi contro Agec Onoranze Funebri: "Leggi uguali per tutti"

Il consigliere regionale sottolinea come l'impresa per la gestione dei servizi cimiteriali stia, a conti fatti, violando una legge ben precisa voluta dallo stesso sindaco quando era assessore

Il consigliere regionale dell'Udc Stefano Valdegamberi torna a affilare le armi contro l'amministrazione scaligera, questa volta nel mirino c'è la gestione cimiteriale. "E' singolare - fa notare Valdegamberi - che ad essere in difetto nell'applicazione della legge regionale che impone la separazione tra l'attività dei servizi cimiteriali e quella delle onoranze funebri sia proprio il Comune il cui sindaco, allora assessore regionale alla Sanità, promosse accaloratamente  la legge".

LA STESSA SOCIETA' - "Secondo la risposta che è stata data ad una mia interrogazione alla Giunta regionale - prosegue il consigliere, spiegano i motivi della sua invettiva -  appare evidente che Agec ed il Comune di Verona non stiano rispettando la legge. Infatti non basta creare due società solo formalmente diverse ma che entrambe facciano parte dell'unica proprietà Agec, al cento per cento del Comune di Verona. Un siffatto comportamento, mette in evidenza la Giunta Regionale, è palesemente elusivo, escludendo categoricamente che le due società possano essere "in carico allo stesso soggetto" e che "tale separazione dev'essere reale e non fittizia". Agec Onoranze funebri Spa, risulta partecipata oltre il 90 percento da Agec, per cui è difficile dimostrare l'indipendenza di due società il cui proprietario è lo stesso! Invito pertanto a rispettare le disposizioni legislative regionale, anche se promosse quando sindaco era Zanotto. O le leggi valgono erga omnes o, altrimenti, si faccia a meno di promuoverle". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valdegamberi contro Agec Onoranze Funebri: "Leggi uguali per tutti"

VeronaSera è in caricamento