rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Politica Centro storico / Piazza Bra

Farmacie, incertezza sui vaccini contro l'influenza. «Una presa in giro»

Giorgio Pasetto, coordinatore di +Europa Verona: «La Regione Veneto ha raccontato l'ennesima fandonia. Un errore grave lasciare le farmacie senza vaccini o con poche dosi disponibili a a dicembre»

«?La Regione Veneto ha raccontato l'ennesima fandonia». Lo ha dichiarato Giorgio Pasetto, coordinatore di +Europa Verona, a riguardo della campagna di vaccini contro l'influenza stagionale, cominciata in Veneto lo scorso 12 ottobre.

I vaccini che la Regione ha messo a disposizione dei Veneto sono più di un milione, di cui circa 240mila dosi per la provincia di Verona. «L'assessore alla sanità Manuela Lanzarin aveva assicurato che una parte di queste dosi, le avrebbe messe a disposizione delle farmacie a partire dal novembre - ha spiegato Pasetto - Purtroppo, la dottoressa Francesca Russo, responsabile della sezione prevenzione e sanità pubblica della Regione Veneto, ha dichiarato che le farmacie non riceveranno le dosi di vaccino promesse per il mese di novembre. Forse, se ne resteranno, ne verranno date delle dosi a dicembre. Sembra l'ennesima presa in giro nei confronti di farmacie e cittadini. Pensare di fare prevenzione diffusa nella popolazione attiva senza vaccini disponibili nelle farmacie, o avendone forse pochissime dosi disponibili e soprattutto in ritardo, a dicembre, è un errore grave. La visione della prevenzione sanitaria di Zaia è decisamente inadeguata».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Farmacie, incertezza sui vaccini contro l'influenza. «Una presa in giro»

VeronaSera è in caricamento