menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Società partecipate, nomine dei vertici. In bilico la presidenza di Agsm

Il sindaco Sboarina deve scegliere chi mettere nei ruoli apicali delle aziende controllate dal Comune. Per Agsm, è probabile che scelga Michele Croce, ma la Lega spinge per Corsi

Venerdì prossimo, 11 agosto, potrebbe essere il giorno scelto dal sindaco di Verona Federico Sboarina per indicare gli uomini e le donne scelti per sedere sulle poltrone di vertice delle società partecipate dal Comune.

Di questo argomento si sta occupando in questi giorni il giornalista de L'Arena Enrico Santi, che nel quotidiano in edicola oggi, 9 agosto, anticipa i nomi più probabili per il ruolo di presidente. Andrea Sardelli di Verona Domani dovrebbe diventare presidente di Veronamercato e all'Amt sarà nominato Francesco Barini. Per Amia e Acque Veronesi, la fine del mandato dei presidenti Miglioranzi e Cordioli arriverà il prossimo anno, ma pare che non saranno rinnovati. Al loro posto pare che abbiano il posto assicurato Massimo Mariotti di Fratelli d'Italia e Bruno Tacchella di Verona Domani.

In bilico resterebbe il ruolo di presidente di Agsm. La poltrona è stata chiesta con insistenza dalla Lega Nord, che ha indicato per quel posto Enrico Corsi. Ciò nonostante, resta più probabile che il nuovo presidente di Agsm sia Michele Croce, con Corsi che potrebbe diventare presidente dell'Istituto assistenza anziani, carica per cui corre anche un'altra leghista, Monica Lavarini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento