Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Politica Centro storico / Piazza Brà

Tosiani in lotta per le poltrone: la sconfitta elettorale regionale alimenta i malumori

In attesa del rimpasto della giunta Tosi, i fedelissimi del sindaco sono divisi in diverse correnti in contrapposizione

Giugno sarà un mese caldo per Tosi e i suoi fedeli. Dopo la sconfitta alle elezioni regionali 2015, bisogna nominare i nuovi assessori della giunta comunale e assegnare le presidenze delle aziende partecipate del Comune e degli enti pubblici. In tutto questo, tra i tosiani non sembra correre buon sangue e le fazioni in gioco appaiono in lotta per l'assegnazione delle poltrone più ambite.

Come riporta L'Arena, le correnti principali dovrebbero essere tre: il gruppo Fabio Venturi, quello Stefano Casali e quello di Andrea Miglioranzi. Questi si dovrebbero spartire non solo gli assessorati, ma anche le presidenze aziendali a nomina del sindaco. Ora alcune di queste cariche sono ricoperte da esponenti della Lega Nord, come Paolo Paternoster di Agsm, ma dato che Tosi ha lasciato, non senza polemiche, il partito, le cose potrebbero cambiare.

"Il rimpasto? Incontrerò la maggioranza per trovare la soluzione migliore. Dovrò anche parlare con il vicesindaco Stefano Casali, eletto in Regione, per capire che intenzioni ha". Queste le dichiarazioni del sindaco Tosi, riportate dal quotidiano L'Arena. Se Casali lascerà la giunta comunale per la Regione, dopo l'estromissione di Enrico Corsi e l'abbandono di Marco Giorlo, sarebbero tre gli assessorati vacanti. Si parla di un possibile ritorno di Giorlo, ma corre anche voce che se dovesse rientrare, qualche consigliere potrebbe lasciare la Lista Tosi.

Polemiche arrivano anche dalla Lega Nord, o meglio dal suo segretario provinciale, Paolo Paternoster: "La prossima settimana il direttivo della Lega emanerà un provvedimento disciplinare collettivo verso chi ha sparso veleni contro la Lega e poi inviterò i consiglieri comunali e di circoscrizione eletti con la Lega e che non la sostengono più a dimettersi o a dichiarare di uscire dal partito, per chiarezza". Le parole riportate da L'Arena mettono in dubbio la maggioranza in consiglio comunale, ma incalzato dal quotidiano, Tosi ha risposto che, se la maggioranza terrà "lo vedremo nel tempo, magari ha ragione Paternoster e magari il sindaco è lui".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tosiani in lotta per le poltrone: la sconfitta elettorale regionale alimenta i malumori

VeronaSera è in caricamento