Politica

Tosi: "Ridurre la pressione fiscale per favorire la crescita"

Il sindaco, intervenuto ieri al 17 esimo Congresso Cisl, ha spiegato come l'attuale spirale negativa abbia colpito anche Verona, nonostante molti settori riescano ancora a resistere

La crisi economica cui non si vede fine è stata il principale argomento di discussione del 17 esimo Congresso della Cisl, che si è aperto ieri al Quadrante Europa e che proseguirà ancora oggi. Ad aprire i giochi, oltre a tanti altri nomi importanti, anche il primo cittadino di verona, Flavio Tosi, che ha voluto sfruttare lo spazio concessogli per discutere la sua "ricetta" economica.

RIDURRE LE TASSE - "Se non si riduce la pressione fiscale e quindi il costo del sistema pubblico nel suo complesso sul mondo del lavoro, sul mondo della imprese, non può esserci crescita e la situazione sta diventando davvero allarmante". Questi i punti fondamentali del discorso del sindaco scaligero. "E' una situazione difficile - continua Tosi - anche se nel nostro territorio, per fortuna, con l'agroalimentare, il vino, la fiera, il turismo, ci sono settori nei quali Verona è sempre stata forte e sono settori che ancora tengono". "Però - aggiunge - è chiaro che nel contesto generale in cui le cose vanno male, va male per tutti". "Quindi il mondo del lavoro si confronta in un momento particolare , in cui il mondo del lavoro è in fortissima difficoltà, lo dico da sindaco" spiega Tosi. "Ci sono un'infinità di cittadini di qualsiasi età e condizione sociale - sottolinea - che si rivolgono all'amministrazione comunale in cerca di una soluzione economica ai problemi. Il punto è che in questo momento la spirale è negativa, le cose non stanno andando meglio, ma peggio".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tosi: "Ridurre la pressione fiscale per favorire la crescita"

VeronaSera è in caricamento