menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Flavio Tosi

Flavio Tosi

Tosi replica: "I grillini contro il traforo? Ignoranti e in mala fede"

Dopo le pesantissime critiche che i neo deputati del Movimento 5 Stelle hanno mosso contro il progetto del Passante Nord, il sindaco ha deciso di prendere la parola per difendere l'opera, sottolineando le mancanze e le lacune dei seguaci del comico genovese

Dopo il pesante attacco partito dal blog di Beppe Grillo contro l'amministrazione Tosi e, in particolare, contro il progetto del traforo, finito nel bel mezzo di una bufera mediatica dopo il caso Mantovani, il sindaco ora prende la parola e risponde per le rime ai critici a cinque stelle.

IL VIDEO: IL MOVIMENTO CONTRO IL TRAFORO

?SCEMPIAGGINI - Tosi replica in maniera secca alle accuse dei grillini: "Sul traforo nessuno scempio, solo scempiaggini, ignoranza delle leggi, delle procedure e del progetto e il solito vizio di mettere in moto la macchina del fango. Comunque solo una persona in malafede - continua il sindaco - può definire scempio ambientale la legittima aspirazione di una città stretta tra fiume Adige e colline a completare, con un Passante Nord che prevede anche 4.722 metri di gallerie, il suo anello circonvallatorio a nord, togliendo traffico e inquinamento dalle zone centrali e dai quartieri. Così come solo una grandiosa malafede può associare termini come frode fiscale e tangenti a un'opera non solo non ancora definitivamente appaltata, ma che deve ancora completare il suo iter burocratico-procedurale".

IL CASO MANTOVANI: OMBRE SULLE TORRICELLE

BUGIE A CINQUE STELLE - "In realtà - continua Tosi - essendo a corto di argomenti, coloro che si oppongono al Passante Nord utilizzano per diffamare Verona un'inchiesta della magistratura veneziana per evasione fiscale che riguarda lavori già eseguiti nel veneziano. Altri esempi di scempiaggini, malafede e colossale ignoranza? Il portavoce del M5S afferma che costa 1 miliardo di euro un'opera la cui realizzazione invece costerà all'associazione di imprese private 436 milioni di euro; afferma che il sottoscritto abbia firmato una convenzione con la ditta che farà i lavori quando la convenzione non solo non è ancora stata firmata ma, beata ignoranza delle regole, sarà firmata dal Dirigente comunale responsabile del procedimento".

POCO INFORMATI - L'ultima cartuccia del sindaco riguarda invece la procedura Via dell'opera, alla quale i neo deputati grillini annunciano di volersi opporre quando saranno a Roma: "Oltre che disprezzare la volontà della stragrande maggioranza dei cittadini veronesi favorevoli al Passante Nord - conclude Tosi - ignorano che la Commissione ministeriale per la Via non è, fortunatamente, politica ma tecnica: gli esperti del web avrebbero dovuto saperlo se solo avessero consultato il sito del Ministero prima di parlare".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento